Sunday, November 29, 2020
Home / Focus  / Halloween 2020: annunci stampa e campagne digital che ci raccontano una creatività in linea con i tempi

Halloween 2020: annunci stampa e campagne digital che ci raccontano una creatività in linea con i tempi

Il 2020 è stato un anno realmente terrificante. La comunicazione per Halloween non ne ha risentito per fortuna, e ha saputo regalarci esempi davvero virtuosi. Diamo uno sguardo ad alcuni di essi.

Halloween

Halloween è una festa alla quale i grandi brand non possono mancare. Ogni anno, le strategie dei grandi marchi legate a questa festività, ci offrono esempi spesso virtuosi e di successo.

Halloween 2020 non ha fatto eccezione e, anche se la situazione attuale ha influito sui toni e i temi della comunicazione di questi brand, non ne ha compromesso la qualità. Diamo uno sguardo alle campagne di Guinness, Fanta e Public Health Center.

Osservando l’esempio della creatività digital di Guinness Full Moon, opera della Rothco Accenture Interactive, si possono notare la sobrietà e la sintesi tipiche degli annunci Guinness ma anche un sottile velo di malinconia. Una luna piena, formata dalla schiuma della birra nel bicchiere, lega il visual a molteplici scenari, non solo spaventosi ma, in qualche modo, silenziosi e solenni.
Semplice e asciutto, il titolo rafforza la particolarità del tono: “Happy Halloween”.

Halloween

Il secondo esempio appartiene ancora al mondo del beverage: Ogilvy trasforma il tappo della Fanta in una zucca e il sigillo rotto in un sorriso. L’annuncio “Carved Cap”, rispetta anch’esso le caratteristiche istituzionali del brand come il font scanzonato, i colori vivaci, la forte componente creativa e tuttavia, anche qui, si può cogliere una certa moderazione nel tono rispetto agli standard ai quali ci ha abituato Fanta. Sia nel sorriso appena accennato del tappo/zucca, che nel laconico Happy Halloween, possiamo percepire una sorta di rispetto per le circostanze attuali.

Halloween

Allontanandoci dal settore delle bibite, troviamo le declinazioni della proposta realizzata dalla ANGRY per Public Health Center che, con Scariest Halloween Mask, ci mostra la maschera più spaventosa di questo Halloween 2020: un volto senza mascherina.
Ad essere attuale, qui è senz’altro il tema, mentre il tono è volutamente sopra le righe: i volti in primissimo piano hanno espressioni eccessive, allucinate, sono deformati da smorfie esagerate, quasi grotteschi. Questi sono i mostri più spaventosi che si possano incontrare di questi tempi, come anche la line e il suo font da brividi ci ricordano. In basso a destra, con un font chiaro e pulito, troviamo la call to action che chiude perfettamente l’annuncio, rivelando l’arma migliore per restare umani e soprattutto sani.

Tre ottimi esempi di come si possa rispettare non solo la programmazione, ma anche i tempi duri che stiamo affrontando.

ademora@gmail.com

Scrivere è qualcosa di diverso, mi appartiene sin da quando sono stata in grado di farlo. Ancora oggi, se devo immaginare una cosa, la scrivo. Trovare le parole giuste, portare il lettore alla profonda comprensione di un’idea, di un concetto, è parte di me. Nel 2014 ho “domato” questa attitudine naturale e istintiva iniziando il mio percorso alla ILAS, prima come studente e in seguito, lavorando al fianco di professionisti straordinari.

Review overview