Tuesday, March 31, 2020
Home / Focus  / Al di là del Cringe : Come “Sonic the Hedgehog” si è salvato dalla catastrofe

Al di là del Cringe : Come “Sonic the Hedgehog” si è salvato dalla catastrofe

Sonic the Hedgehog ha da poco ottenuto il favore del pubblico di sala, dopo essersi quasi perso dietro un cattivo design. Come è stato possibile farlo diventare un successo?

Ad inizio 2019 la Paramount rilascio uno dei più assurdi trailer di tutti i tempi, dando in pasto ad internet, il teaser di “Sonic the Hedgehog”. 

Sonic, una delle più amate icone al mondo dei videogame, è stato totalmente antropomorfizzato, con tanto di denti umani, occhi separati con una distanza proporzionale ai canoni di un viso normale e con un inquietante corpo allungato, fornito anche di polpacci e dita pelose.

Alcune settimane dopo l’uscita del trailer, il regista Jeff Fowler, ha twittato una posticipazione del film fino al San Valentino 2020. La giustificazione, neanche tanto lontana dal vero è che gli artisti del film, si sarebbero presi un po’ più di tempo per “renderete il design di Sonic, ancor più corretto”.

In questi giorni, il pubblico, ha avuto modo di vedere, come il character è stato infine  ridisegnato, ottenendo ad onor del vero, una critica molto positiva.

Sonic è diventato a tutti gli effetti il nuovo Re dei film sui videogiochi, battendo ogni record di botteghino, per un film videoludico.

Incassando ben 57 milioni di dollari in 3 giorni, Sonic, ha battuto Pokemon: Detective Pikachu, ottenendo il mattoide sordo di sempre per un film di questo settore.

Il lavoro di re-design del personaggio è stato portato avanti da Tyson Hesse, tra l’altro già disegnatore dei fumetti di Sonic, pubblicati dalla Archie Comics, nonché designer della fantastica sequenza di introduzione, di Sonic Mania del 2017.

Scopriamo come è stato ridisegnato l’intero personaggio in questo interessantissimo video

 

Sonic - Prima e dopo il Restyling

Solo per il restyling di questo personaggio, il budget ha richiesto un contributo economico aggiuntivo di ben 5 milioni, per un totale di 87 milioni di dollari di lavorazione.

Pensate che il film è stato in fase di realizzazione fin dal 2013, e il nuovo design è stato portato avanti solo nell’ultimo anno!

Tuttavia il trailer uscito il 30 aprile di un anno fa  è stato così duramente attaccato dalla fan base, per le azzardate scelte di design, cosi pervasivo e profondo, che ha costretto il regista a tornare alle fase di pre produzione immediatamente. Il trailer su YouTube, è stato così un disastro da battere ogni record (negativo) di rapporto tra Like e Dislike, degli ultimi 3 anni, dell’intera piattaforma.

Con il secondo trailer con cui il registra riprova a conquistarsi l’amore del pubblico, riuscendo a vincere il pregiudizio e le preoccupazioni dei fan e riportando l’aspetto del porcospino azzurro a quello tanto amato del videogame.

Il film, spuntato nelle sale italiane lo scorso 13 febbraio, ed un giorno dopo in quelle Americane, ha ricevuto parecchi complimenti, sia per la performance del cast, che può avvalersi di un ritrovato Jim Carrey, ma anche della sua fedeltà al materiale originale. Gli effetti visivi, sono stati invece realizzati dalle compagnie di effetti speciali ILM, MPC, Blur Studio e Digital Domain. 

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview