Thursday, October 1, 2020
Home / Focus  / Xbox Series X ed Hellblade II – La grafica per console sta per effettuare un salto immenso

Xbox Series X ed Hellblade II – La grafica per console sta per effettuare un salto immenso

La Microsoft ha annunciato al sua prossima console, Xbox Series X, mostrando cosa è in grado di fare, nel nuovo sequel della saga di Seuna, Hellblade II. Impressionante a dir poco!

Finalmente è stata rivelata da Microsoft, la nuova console che uscirà il prossimo anno, Xbox Serie X.

La prossima piattaforma dalla compagnia di Redmond, promette di essere “la più veloce e più potente console di sempre”.

Questo significa che possiamo sicuramente aspettarci feature come una risoluzione complessiva standard basata sul formato UHD a 60 frame per secondo, ma anche su ulteriori modalità, incentrare sul framerate (con ben 120 frame per secondo) o sulla risoluzione (8k a 30 fps).

Il processore che monterà la console sarà prodotto da AMD, serie Zen 2 ad 8-core, modificata per supportare le esigenze di calcolo della console, affiancato ad un hard disk allo stato solido (SSD) di nuova generazione, che promette di eliminare i tempi di carica per i prossimi videogame che usciranno. In questo senso, la promessa è una velocità maggiore di ben 40 volte.

La console ovviamente supporterò anche l’innovativa tecnologia (per il real-time) raytracing, nonché memorie ram GDDR6, per garantire la massima velocità di scambio dati possibile.

Un’altra delle innovative features include nella prossima console microsoft è il Variable Refresh Rate, ossia una nuova tecnologia software che permette di cambiare il refresh rate del gioco al volo, basando questa scelta sulla tipologia di TV o monitor connesso ad essa (adattandosi ad esempio a tecnologie proprietarie di alcuni monitor come Il G-Sync o il FreeSync).

Ad essa si aggiungono altre caratteristiche come l’Auto Low Latency Mode e il Dynamic Latency Imput, che permette una maggiore risposta agli imputati dei videogiocatori, componente fondamenta per i games che hanno intrapreso carriere competitive.

Xbox Series X - Reveal trailer

Ma la più importante, per il lato pratico del calcolo delle informazioni di rendering in tempo reale è l’aggiunta della tecnologia VRS (Variable Rate Shading), che esiste già da alcuni anni, ma non ha mai conquistato appieno gli sviluppatori. Il Variabile Rate Shading, promette di alzare le prestazioni di calcolo della console(sostanzialmente la velocità rispetto allo stress della macchina), senza perdita visibile di qualità dell’immagine. Questa tecnologia permette di eseguire dei calcoli in modo settorializzato, concentrando la potenza di calcoli solo in alcune aree, piuttosto che in altre.

Questa nuova feature potrebbe essere determinante, nelle nuove generazioni, che avranno bisogno di ottimizzare al meglio ogni briciolo di risorsa di calcolo a disposizione, per garantire eccezionali livelli grafici.

Il Variable Rate Shading, si basa su concetto fondamentale: l’occhio umano, non coglie tutti i dettagli della sua visuale, ma ha una concentrazione selettiva (la banale messa a fuoco dell’occhio umano) solo sulle aree di interesse.

In un gioco di guida, ad esempio la suddivisione visiva delle maggiori aree di interesse dell’occhio, nelle varie fasi di gioco, potrebbe essere la seguente:

Variable Rate Shading - Esempio visivo

In base a questa distinzione, la tecnica del VRS, permette di quindi alzare il dettaglio in alcune zone, aumentando la qualità complessiva in quel punto, riducendola contemporaneamente in altre aree, che sono meno interessanti per l’occhio, ottimizzando quindi tutto il processo di calcolo.

Il design della console è stato anch’esso estremamente studiato, sia dal punto di vista del design, quanto delle esigenze di architettura e dissipazione del calore che una macchina del genere necessariamente richiede.

Volevamo un design della console che fosse dettato principalmente dalla funzionalità”, spiega Phil Spencer, CEO della divisione Xbox della Microsoft.

Il design verticale e monolitica della console, avrebbe alla sua base una grande ventola a basso regime di rotazione, in grado di mantenere un ottimo tenore di dissipazione, ma garantendo al tempo un estremo silenzio, in fase di rotazione.

Per quanto riguarda invece, funzionalità aggiuntive legate alla realtà virtuale, Microsoft, sembra andare in controtendenza rispetto alle ultime scelte di mercato: ha deciso infatti di non sottoporre alla sua attenzione questo settore, sottolineando come, secondo il parere di microsoft: “gli utenti non ne sembrano interessati”

Successivamente all’eccitante annuncio che ha mostrato al mondo la prossima console Microsoft, con il precedente nome ufficiale di “Project Scarlett”, la compagnia ha nel contempo mostrato il seguito di un videogioco molto amato del 2018, Hellblade: Senua’s Sacrifiche, con il nuovo titolo di Senua’s Saga: Hellblade II. Come annunciato durante la manifestazione del “The Game Award”, il gioco sta venendo nuovamente sviluppato dalla compagnia che è stata già grande in passato per il primo capitolo nonchè per giochi come Enslaved e Heavenly Sword, ossia Ninja Theory. Lo game house è stata acquisita da Microsoft, dopo il successo di Hellblade, a giugno 2018. L’annuncio del nuovo capitolo della saga di Senza è stato accompagnato da un nuovo trailer, che potete vedere qui in basso.

Il trailer mostra le capacità grafiche della nuova Xbox Series X, che riesce a far girare tutti questi effetti grafici, direttamente in real-time.  Mostra una nuova Seuna, intenta in un rito nordico ed un gruppo di quelli che appaiono come devoti, di fronte ad un sacrificio umano. Il trailer, viene in alcuni momenti intervallato con altre scene, di guerrieri che con cautela si avvicinano ad una inquietante creatura rocciosa, pronta a combatterli, in una spiaggia tempestosa.

Hellblade 2 - Trailer d'annuncio - Tutto in real-time

E’ assurdo, persino per qualcuno che si occupa di computer grafica, come professione, notare la mole di dettaglio e effetti dinamici che accadono in tempo reale. Le deformazioni del viso, così naturale e fluida,, il fumo di un vulcano in lontananza, per non parlare degli effetti di fuoco. Se dovesse risultare vero che tutto quanto mostrato è stato calcolato in tempo reale dalla nuova console microsoft, c’è da essere totalmente sbigottiti. Il salto generazionale di potenza computazionale dedicata ,da una generazione all’altra, sarebbe assolutamente impressionante.

Nessun ulteriore dettaglio è stato rivelato, ne relativamente ad una ipotetica data di uscita, ne riguardo i dettagli dietro la trama. In quanto esclusiva, il gioco probabilmente uscirà in concomitanza con l’uscita della console, insieme ad Halo: Infinite in modo da creare un primo roaster di videogame per invogliare all’acquisto.

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview