Friday, November 22, 2019
Home / Focus  / Martin Parr, Nick Turpin e decine di ospiti al Trieste Photo Days 2019

Martin Parr, Nick Turpin e decine di ospiti al Trieste Photo Days 2019

Il festival internazionale di fotografia urbana, che si terrà in un circuito di sedi espositive del capoluogo giuliano dal 22 ottobre al 10 novembre 2019, con un weekend di apertura ricco di eventi il 25,

Ilan Burla | Candy

Il Festival

Conto alla rovescia per l’attesissima sesta edizione del Trieste Photo Days, festival internazionale di fotografia urbana, che si terrà in un circuito di sedi espositive del capoluogo giuliano dal 22 ottobre al 10 novembre 2019, con un weekend di apertura ricco di eventi il 25, 26 e 27 ottobre. Spicca in questa edizione la presenza di Martin Parr e Nick Turpin due leggende viventi della street photography internazionale per la prima volta a Trieste. I due fotografi britannici incontreranno il pubblico in due imperdibili conferenze.

La rassegna riunirà decine di mostre di artisti italiani e stranieri per quasi 1.700 foto esposte. Sede principale del festival sarà la Sala Xenia già nota come sala del Giubileo.

Il ricco programma prevede workshop, proiezioni, contest, letture portfolio, presentazione di libri, incontri con ospiti da tutto il mondo. Al centro di tutto, la fotografia urbana, dall’architettura alla street, dallo studio del territorio all’impegno sociale.

.

Ai tradizionali appuntamenti del festival, si affianca quest’anno il Photo Days Tour ,una nuova cornice di eventi che si svolgono fuori città. Protagoniste le migliori foto e progetti dei Semifinalisti del contest URBAN 2019 Photo Awards: oltre 480 foto per 175 autori da tutto il mondo che saranno esposte in tre grandi collettive presso sedi espositive istituzionali ad Aquileia (Sala Consiliare), Cividale del Friuli (Teatro Ristori e Monastero di Santa Maria in Valle – sito UNESCO) e Cormòns (Museo del Territorio), più una quarta collettiva presso il Trieste Airport di Ronchi dei Legionari.

Un circuito selezionato di locali del centro città che racchiude collettive e personali di autori da tutto il mondo, 28 sedi espositive per oltre 580 foto,. coronerà anche quest’anno il programma principale del festival, è il “festival diffuso” del Trieste Photo Fringe.

Ci sarà anche un importante tributo fotografico a Leonardo da Vinci, a cinquecento anni dalla morte del grande artista. Ideato dalla piattaforma Exhibit Around, il progetto La città ideale di Leonardo comprende una collettiva presso lo spazio espositivo DoubleRoom (inaugurazione martedì 22 ottobre alle 18), un volume fotografico e una conferenza a cura di Edoardo Villata, professore di Storia dell’Arte Moderna all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

© Giorgio Galimberti

Super Ospiti

Un posto d’eccezione in questa edizione del festival spetta a Martin Parr e Nick Turpin, leggende viventi della street photography internazionale. In loro onore sarà allestita al Trieste Photo Days la grande mostra-tributo Short Street Stories: oltre 100 foto che omaggiano lo stile sardonico dei due autori realizzate da 173 fotografi da tutto il mondo. La mostra sarà visitabile presso la sala “U. Veruda”: dal 25 ottobre, con presentazione sabato 26 ottobre alle 16.30, alla presenza di Martin Parr. Per l’occasione sarà presentato anche il corposo volume che racchiude le fotografie del progetto.

Martin Parr è uno dei più famosi fotografi documentaristi della sua generazione, membro dell’agenzia Magnum Photos dal 1994, con oltre 200 libri pubblicati e lavori esposti alla Tate Modern, al Centre Pompidou e al MoMA di New York. In qualità di Presidente della giuria di URBAN 2019 Photo Awards, Parr sceglierà e premierà il vincitore assoluto di questo concorso sabato 26 ottobre alle 20 presso la Sala Xenia. Domenica 27 alle 12 Parr dialogherà con il Direttore artistico del festival Angelo Cucchetto in un’esclusiva conferenza presso l’Auditorium del Museo Revoltella.

Nick Turpin, l’altro ospite d’onore del festival è il fondatore del collettivo internazionale iN-PUBLiC che, a partire dai primi anni 2000, ha svolto un ruolo significativo nella moderna rinascita della street photography .Al Trieste Photo Days, Turpin terrà il workshop StreetShoTS (la prevendita esaurita ormai da doversi mesi) e un incontro con il pubblico, domenica 27 ottobre alle 15 presso la Sala Xenia.

Gli organizzatori

Ideatore delle mostre, del concorso URBAN e del festival Trieste Photo Days, è dotART, associazione culturale che dal 2009 promuove, sul territorio e all’estero, iniziative orientate a dare supporto e visibilità ai fotografi professionisti e amatoriali. DotART realizza il festival in collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche e il Servizio Promozione Turistica, Eventi Culturali e Sportivi del Comune di Trieste, il Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per il Friuli Venezia Giulia, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, la main partnership di Install.Pro e Unicusano Trieste e la direzione artistica di Angelo Cucchetto.

falasconi@ilas.com

Il primo ricordo di un regalo di compleanno è la scatola di colori a tempera ricevuta da mia zia. Chiaramente destinato ad una carriera che contemplasse il disegno e la grafica, dopo gli studi artistici e una specializzazione in Art Direction e Grafica Pubblicitaria sono entrato in ILAS in cui ho ricoperto diversi incarichi fino a diventare Art Director Senior. Appassionato di arte, cucina, fotografia e curioso viaggiatore ho già visitato letteralmente mezzo mondo e, sull’altra metà, ho le idee piuttosto chiare sul programma.

Review overview