Saturday, December 14, 2019
Home / Focus  / Pasquale Diaferia a Napoli ospite di ilas, per un seminario sulla comunicazione

Pasquale Diaferia a Napoli ospite di ilas, per un seminario sulla comunicazione

Ospite di Ilas per il ciclo di seminari gratuiti sulla comunicazione, insieme a Patrizia Pfenninger discuterà della professione di creativo che mescola Arte e Marketing, Retorica e Algoritmi, Stilografiche e Codice di Programmazione.

Diaferia

In direzione ostinata e contraria

Una giornata con due creativi contemporanei diversi in tutto: età, cultura, formazione, sensibilità, sesso, stile, storia, preferenze, cibo, musica.

Eppure Patrizia Pfenninger e Pasquale Diaferia hanno una forte base comune: la convinzione che i creativi siano l’unico motore di una professione che mescola Arte e Marketing, Retorica e Algoritmi, Soldi e Ideali, FakeNews e Vita Vera, Commercio e Politica, Stilografiche e Codice di Programmazione.

Ed in cui l’Intelligenza Artificiale non sostituirà mai la capacità dei grandi narratori di tenere la gente incollata ad una storia.  Al massimo, i Robot, saranno dei buoni colleghi, molto veloci e servizievoli.

© Pasquale Diaferia

L’evento

Data:
12 ottobre 2019

Orario:
10:00 – 18:00

Docenti:
Pasquale Diaferia e Patrizia Pfenninger

Location:
Pan – Palazzo delle Arti di Napoli, via dei Mille 60 Napoli

Pasquale Diaferia al TEDx Bergamo

Il programma

Intro:
a Piazza Tien An Men il carrarmato,
senza il ribelle,
sarebbe rimasto solo un carrarmato.

Mattino:
Cosa serve a un creativo:
più Artisti o più Ingegneri?
più Carta o più Schermo?
più Parole o più Immagini?
più Colori o più Algoritmi?
più Studio o più Relazioni?

Pomeriggio:
Cosa serve a una Marca:
più Emozioni o più Dati?
più Sogni o più Certezze?
più Talento o più Programmazione?
Più etica o più Pratica?
Conclusioni
Alla fine, sono più utili
le Risposte o le Domande?

falasconi@ilas.com

Il primo ricordo di un regalo di compleanno è la scatola di colori a tempera ricevuta da mia zia. Chiaramente destinato ad una carriera che contemplasse il disegno e la grafica, dopo gli studi artistici e una specializzazione in Art Direction e Grafica Pubblicitaria sono entrato in ILAS in cui ho ricoperto diversi incarichi fino a diventare Art Director Senior. Appassionato di arte, cucina, fotografia e curioso viaggiatore ho già visitato letteralmente mezzo mondo e, sull’altra metà, ho le idee piuttosto chiare sul programma.

Review overview