Sunday, September 15, 2019
Home / Focus  / Quill 2.0 , il futuro dell’animazione secondo Facebook è la Virtual Reality?

Quill 2.0 , il futuro dell’animazione secondo Facebook è la Virtual Reality?

Facebook ha da poco rilasciato un aggiornamento del suo software per VR, Quill, portandolo alla 2.0, aggiungendo importi strumenti per lo Storytelling. Una rivoluzione per l’animazione?

E’ di poche settimane fa l’annuncio di Facebook circa il rilascio della nuova ed innovativa versione di Quill, applicativo per il visore e la tecnologia Oculus.

Per di più è scaricabile gratuitamente, basta ovviamente possedere un visore Oculus.

Cosa permette di fare Quill? Sebbene ne abbiamo già esaminato le capacità in un precedente articolo (leggilo qui:__), si può dire che permette a chiunque indossi il visore di creare “disegni in uno spazio 3D”, dandogli per di più movimento.

L’esperienza artistica in VR di Quill nasce di fatto dalla competizione del visore Oculus con l’avversario HTC Vive che per primo ebbe nel suo cerchio di app, TiltBrush che permetteva di fare pressoché lo stesso genere di creazioni.

Con questo update Quill è più vicino nel diventare, come viene descritto un “self-contained storytelling tool”, ossia un applicativo per lo storytelling completo di tutti gli strumenti necessari. Ma in che senso viene quindi inteso come strumento per lo Storytelling? Semplicemente, permette di creare animazioni! Con questa versione di Quill possiamo creare veri e propri corti nonché gestirli ed esportarli, facendo il tutto interamente in un solo software.

Questa è la vera e propria peculiarità dell’aggiornamento in questione.

Le prime capacità di animazione di Quill sono state inserite nel software già dall’update di febbraio 2018. Da allora ben il 68% di tutti i lavori pubblicati con l’hashtag #Quillustrations, sono state clip narrative.

Adesso i narratori di tutto il mondo, con un visore Oculus e Quill possono essere appieno registi, creando, colorando, animando e dirigendo l’azione, nonché aggiungendo sonorizzazioni, il tutto in un solo software.

Introduzione a Quill 2.0

Precedentemente, nonché attualmente con metodi non VR, gli animatori erano costretti a cambiare vari software in relazione alla fase di produzione, per accomodare le esigenze di ogni step.

Un tipico progetto generalmente include una fase di storyboarding, modeling, texturing, rigging, lighting ed infine di rendering. Ognuna di esse può includere anche più software, per realizzare il giusto dettaglio o ottenere un preciso effetto.

Con Quill e la nuova Timeline di animazione, i narratori possono gestire le sequenze, sincronizzare le animazioni con il suono, creare transizioni tra i vari shot e molto altro.

 Gli StoryTellers hanno ora tutto ciò che gli serve per creare, da soli, un progetto completo.

Ciò ovviamente permette anche di risparmiare tempo e risorse evitando i trasferimento di file ed il bisogno di switchare le informazioni tra software di diversa natura.

La Timeline non è la sola novità di questa versione. Gran parte degli strumenti legati all’animazione sono stati aggiornati. Abbiamo adesso nuovi tool per la gestione dei keyframe e lo spostamento/modifica degli elementi, con la gestione automatica dell’interpolazione tra i keyframe, piuttosto che l’obbligo ad una animazione frame-by-frame.

Quill 2.0 introduce inoltre “Stops” tra i vari strumenti di animazione, che permette di mettere in pausa la scena in alcuni momenti chiave, così che lo spettatore possa freezare un momento ed osservare l’azione, prima di procedere alla fase successiva della narrazione, in modo da dare a tutta la visione un aspetto “fumetto” con le pause tipiche della lettura di un qualsiasi progetto narrativo.

In aggiunta a ciò, la versione 2.0 migliora la gestione della spazialità acustica delle animazioni, con nuovi strumenti che permettono ai narratori di definire la posizione la direzione e la area dei suoni dentro la scena. Il volume dei singoli suoni può anche essere animato, come ogni altro aspetto dell’animazione, in modo da matchare volume e tempo con gli oggetti animati  in movimento.

Trailer di The Last Oasis - Corto realizzato con Quill dall'artista Goro Fujita, da sempre innamorato del VR

E’ senza dubbio un promettente rilascio, anche se c’è da dire che non vi sono informazioni su una possibile versione di Quill anche per la versione “Quest” del visore Oculus. A marzo scorso, il distaccamento di Facebook legato appunto alla tecnologia Vr ha  lasciato una news riguardante l’altra app di punta per il settore artistico, Medium, annunciando che non verrà creata una versione compatibile per Quest. Molte volte, queste scelte non sono dettate tanto dal marketing, ma piuttosto dalla ridotte capacità computazionali della versione mobile (“Quest” appunto), rispetto alla controparte “Rift” che non presenta alcun limite, appoggiandosi in toto sull’hardware del computer a cui è collegato.

Detto questo quindi è molto improbabile, salvo estreme ottimizzazioni, che possa risultare disponibile una versione per Oculus Go o Quest di Quill 2.0… almeno fino al rilascio di una versione mobile con hardware più performante!
Fino ad allora, se siete possessori di Oculus Go e Quest, potete provare App come Tilt Brush e Gravity Sketch Land.

Per i possessori di Oculus Rift, che hanno già la possibilità di testare con le loro mani Quill 2.0 (scaricabile qui: https://www.oculus.com/experiences/rift/1118609381580656/) ed iniziare a creare, eccovi una piacevole lista di tutorial ufficiali per imparare subito ad usare il software: https://quill.fb.com/tutorials/

Buona creazione!

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview