Tuesday, July 23, 2019
Home / Focus  / Lo studio jekyll & hyde firma il nuovo marchio di Digital Design Days

Lo studio jekyll & hyde firma il nuovo marchio di Digital Design Days

lo studio jekyll & hyde firma il rebranding del festival Digital Design Days con un segno che interpreta una visione contemporanea e innovativa della brand signature immaginata come un elemento vivo e vitale.

© Jekyll & Hyde

Lo studio jekyll & hyde firma il nuovo marchio e sistema d’identità visiva di Digital Design Days, l’evento internazionale dedicato al design digitale, creato da Filippo Spiezia nel 2016.

Il progetto è volto a rafforzare la volontà dei fondatori di posizionarsi quale punto di riferimento internazionale, ribadendo la loro capacità di selezionare, raccontare e premiare i progettisti più visionari e creativi del design digitale.

Fin dalla sua prima edizione il festival è stato in grado di creare un network tra tutti i partecipanti capace di svilupparsi oltre l’evento stesso: professionisti, imprenditori e aziende dopo aver partecipato e condiviso le loro visioni per il futuro hanno iniziato a collaborare per attuarle.

Alla richiesta di sviluppare un nuovo marchio lo studio jekyll & hyde ha risposto con una visione più ampia, sottolineando come già oggi questo evento possa essere inteso come un vero brand, capace di garantire con la sua autorevolezza l’elevata qualità di tutto quello che propone. Per poter creare un’identità visiva che fosse realmente distintiva è stata analizzata e definita la parte più profonda di DDD: il suo spirito, i suoi valori e la sua personalità. Solo dopo aver sviluppato l’interiorità del brand lo studio ha iniziato a progettare ciò che l’avrebbe resa manifesta, la sua esteriorità, la sua forma.

Il progetto

Il nuovo marchio è la sintesi di un lungo lavoro di ricerca. La D scelta è luce, è energia, è movimento, tanti singoli elementi si uniscono per definirla, pixel che superano il loro aspetto bidimensionale, quadrati che ruotano ridisponendosi nello spazio attorno ad un punto centrale.

È un segno in grado di comunicare la forza della visione innovativa di DDD e la sua capacità di creare network, di attrarre, proporre e riunire persone e idee diverse. È stato scelto di progettare un segno nuovo ma anche capace di evocare quello delle precedenti edizioni attraverso il quadrato che lo contiene.

La palette principale è composta da nove colori, che contribuiscono a definire le edizioni nei vari paesi del mondo. Sono stati selezionati toni nativi rgb, luminosi e ricchi di contrasto, che all’interno del sistema d’identità sfumano tra loro attraverso il morphing di forme geometriche semplici, creando così un impatto dinamico e sofisticato che ben si presta alla comunicazione dell’evento.

Lo studio jekyll & hyde ha progettato un segno responsive, capace di adattarsi alla dimensione in cui è riprodotto variando la frequenza degli elementi che lo compongono, raggiungendo un utilizzo più armonico e efficace nelle varie applicazioni. Una visione contemporanea e innovativa della brand signature, immaginata come un elemento vivo e vitale.

Lo studio j&h

jekyll & hyde è uno studio di graphic design e comunicazione visiva fondato a Milano nel 1996 da Marco Molteni e Margherita Monguzzi. In questi anni numerosi progetti dello studio sono stati segnalati e premiati a livello nazionale e internazionale.

falasconi@ilas.com

Il primo ricordo di un regalo di compleanno è la scatola di colori a tempera ricevuta da mia zia. Chiaramente destinato ad una carriera che contemplasse il disegno e la grafica, dopo gli studi artistici e una specializzazione in Art Direction e Grafica Pubblicitaria sono entrato in ILAS in cui ho ricoperto diversi incarichi fino a diventare Art Director Senior. Appassionato di arte, cucina, fotografia e curioso viaggiatore ho già visitato letteralmente mezzo mondo e, sull’altra metà, ho le idee piuttosto chiare sul programma.

Review overview