Tuesday, July 23, 2019
Home / Focus  / CyberPunk 2077 – Platimage ci svela la sua realizzazione

CyberPunk 2077 – Platimage ci svela la sua realizzazione

Prodotto dalla compagnia CD Project Red, già famosa per The witcher 3, Cyberpunk 2077 torna a mostrarsi all'E3 2019. In onore di ciò vediamo come hanno realizzato il loro teaser d'esordio!

Vi sono videogame che riescono a far parlare di se prima ancora di uscire sul mercato.

I titoli più attesi di solito sono videogame appartenenti già ad un filone consolidato, basi pensare agli assassin’s creed, i vari supermario e i numerosi residenti evil.

Poi però ci sono quei titoli, in cui è la maestria immersiva, la narrazione, l’originalità, che li rende immediatamente appetibili.

E’ il caso questo di un videogame come Cyberpunk 2077, che è balzato agli onori e attese del grande pubblico già da parecchi anni

In concomitanza con l’evento annuale dell’E3 2019, la fiera del mondo dei videogame più importante al mondo, tenutasi pochi giorni fa a  Los Angeles è uscito adesso un nuovo trailer cinematografico del videogame (con anche la presenza di una star come Keanu Reeves), che tiene ben alta l’aspettativa e la voglia di tutti i gamers, di potervi giocare.

Dietro le quinte della presentazione di Cyberpunk 2077 all'ultimo E3

La compagnia polacca CD Projekt RED, forte di una esperienza già matura con The Witcher 3, è riuscita ad accumulare consensi però già da quando ossia uscì un primo trailer, senza alcuna data di uscita, dalla estrema qualità visiva e capacità narrativa.

Oggi, per celebrarne l’attesa ed il duro lavoro, vediamo assieme come è stato creato la prima cinematica, in un corposo making of, realizzato dalla agenzia di 3D PLATIGE IMAGE.

Il regista dell’intero progetto Tomek Baginski, parlando del processo dice:

“Di solito, lavorare a delle cutscenes per videogame, richiede la creazione di una Visual story, in un mondo già completamente concepito. Il processo di animazione è molto ordinato, diviso in fasi e prevedibile nei suoi punti principali. Del resto questo genere di lavori ha un workflow ben preciso. Tuttavia in questo caso, il processo è stato ben più complesso. La prima bozza della sceneggiatura e la concept art preliminare è stata creata quando il gioco era ancora nelle fasi iniziali del suo sviluppo centrale. Nel corso della nostra collaborazione con CD Project Red, abbiamo approcciato una dozzina di idee prima di decidere per una ambientazione “freezer frame” che ha avuto come riferimento una delle illustrazioni del concept originale del gioco.”

Parallelamente al tease, lo sviluppatore ha buttato giù l’idea del gioco steso: il suo concept, il suo stile, il suo look e mood generale. Le idee introdotte nel filmato, hanno influenzato lo sviluppo del gioco stesso, cosa che in conseguenza ha di nuovo simultaneamente modificato il teaser.

Tutto ciò ovviamente ha reso questo primo progetto visivo, nonché la sua organizzazione, molto complesso e difficile, ma lo ha nel contempo imbevuto con molta più spontaneità e creatività.”

Nella sua realizzazione, per consegnare al lato visivo il massimo realismo possibile, sono stati utilizzati i sistemi di scanning estremamente complessi di Infinite Realities (http://www.ir-ltd.net/).

La tecnica utilizzata, basata sempre sulla fotogrammetria ha sfruttato un sistema multi camera che ha generato ben 1.27 gigapixel di informazione colore in un formato a 360 gradi. Così facendo, utilizzando il sistema volumetrico di ricostruzione tipico di software come photoscan, hanno ricostruito un modello estremamente realistico e fedele degli attori scelti, in un singolo scatto.

“Fin dal primo momento in cui ci siamo buttati nella attuale creazione di questo tease, sapevamo che la promo avrebbe funzionato solo se il personaggio femminile fosse riuscito a generare una risposta emotiva profonda negli spettatori  e se avesse spinto fortemente i confini estetici della tipica forma femminile.

I videogiochi molto spesso utilizzano personaggi femminili banalmente strutturati e composti dai soliti elementi cliché. Sebbene indubbiamente bellissimi, questi personaggi risultano molto spesso artificiosi.

In questo caso particolare la possibilità di utilizzare in toto una vera attrice ha decisamente trasformato il risultato del film.

Trailer originale di presentazione di Cyberpunk 2077

La scansione ci ha permesso di catturare alcuni elementi sfuggenti dell’”autenticità”, usando la bellezza di una persona reale. E’ stato davvero un sostanziale cambiamento qualitativo. Nonostante il fatto che i modelli scansioni richiedono un processo complesso di sistemazione e rimodellazione, sono risultati la soluzione perfetta per questo progetto.”

I capelli sono l’unico elemento della attrice scansionata ad essere creati da zero, con solo l’uso di alcune foto, scattate prima del processo di scansione, che sono servite come riferimento per definire l’andamento della capigliatura.

Per maggiori informazioni sul Cyberpunk 2077 e la sua uscita: https://www.cyberpunk.net/it/it/pre-order

Per visionare invece i lavori dell’agenzia che si è occupata della realizzazione del primo trailer,  PLATIGE IMAGE : https://www.platige.com/

Making of del trailer originale di presentazione di Cyberpunk 2077

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview