Tuesday, April 23, 2019
Home / Fotografia  / Attraversamenti. Ponticelli-Scampia. Quindici autori in mostra al PAN

Attraversamenti. Ponticelli-Scampia. Quindici autori in mostra al PAN

Racconti fotografici minimalisti di storie di periferia. Quando si osserva il bicchiere mezzo pieno, la bellezza può diventare contagiosa per migliorare il territorio. Fino al 6 aprile al PAN

Attraversamenti; Ponticelli e Scampia. Periferie di Napoli ma comunque Napoli.

Attraversamenti è la collettiva fotografica dove non troverete morti ammazzati, pusher alla luce del giorno, invisibili ai margini della vita e tutto ciò che attira morbosamente il pubblico internazionale fagocitato, e spesso ingiustamente amplificato, dai media o da un certo cinema.

Qui troverete il bicchiere mezzo pieno. Che non è speranza o voler mettere la munnezza sotto al tappeto, ma un raccontare “the white side of the periferia”.

Attraversamenti; Ponticelli © Francesca Cilento
Ponticelli © Francesca Cilento

Quindici autori, quindici storie di Attraversamenti

Quindici autori raccontano in pochi scatti per ognuno, gli attraversamenti che hanno compiuto nell’arco di un paio d’anni tra Ponticelli e Scampia: Monica Aurino, Marco Cicala, Francesca Cilento, Elisa D’Ambrose, Lidia De Campora, Giovanna Marrazzo, Marco Menduni, Marco Pescosolido (per il gruppo Ponticelli); Nicola Della Volpe, Fabio De Riccardis, Dario Guglielmi, Sabrina Iorio, Oana Luiza Moldovan, Aurora Tesone, Mariarosaria Varone (per il gruppo Scampia).

Quindici storie di periferia.

Di denuncia? Di sensibilizzazione? Di esplorazione urbana?

Qui non si tratta di #URBEX (l’hashtag che definisce l’Urban Explorer di certi fotografi che scovano e riprendono luoghi abbandonati) perché la presenza umana c’è, si vede, è viva e, anche se è poco raccontata dai canali ufficiali senza raggiungere le grandi platee, è comunque quella parte che lavora per bonificare gli errori commessi da tutto quel sistema composto da archistar, malapolitica e traffichini. Umani “antibiotici”. Quelli che contribuiscono a creare condizioni più umane sul territorio così arginando fuga di cervelli e braccia. Quella fuga che non genererebbe altro che ulteriore disagio a partire dai familiari che resterebbero privati dei propri figli.

Attraversamenti… il bicchiere mezzo pieno

Eh sì… se non si compiono attraversamenti nel nostro viaggio fuori porta, o fuori TV e WEB, non ci si può rendere conto che esiste tutto un tessuto umano, una filiera di associazioni e persone comuni che lavorano per una periferia migliore cercando di sopprimere gli errori della mancata logica commessi nel passato.

Perché è un po’ come la teoria delle finestre rotte. Se lasci che tutto vada in malora, la rovina prende velocità esponenziale. Viceversa, se inizi a dare decoro al contesto in cui vivi, scatta un meccanismo di partecipazione positiva che può diventare altrettanto virale.

Il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto? Il bicchiere va comunque riempito sempre, prima che arrivi a metà, e con Attraversamenti i 15 autori hanno un po’ riempito quel bicchiere con il loro contributo che ci si augura non si concluda con questa iniziativa che in realtà ha già avuto due tappe nel corso degli ultimi due anni presso il Chiostro di Santa Maria la Nova. Affinché un approfondimento del progetto, illustrante lo scenario dalle molteplici realtà costruttive della periferia di Napoli, sia portato all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni.

Attraversamenti; Il gruppo "Whynot" di Scampia © Dario Guglielmi
Il gruppo "Whynot" di Scampia © Dario Guglielmi

Periferie come figlie di un Dio minore

La periferia della città non fa parte di un territorio a sé. La periferia di una città è la zona contenuta nel perimetro dei confini della stessa città. Non un’altra città. Eppure sembra che a volte faccia parte di un’altra città.

La periferia di molte delle grandi città europee, è stata occasione di sviluppo, estensione culturale, territorio da sviluppare. Costruzione di interi quartieri nuovi ma a misura d’uomo, con affidamento della gestione degli spazi ludici e ricreativi già dal momento della progettazione.

Non si può lasciare tutto al caso, a chi si prodiga in certe rigenerazioni urbane di spazi abbandonati per tanti anni.

Non possiamo attendere che si creino spontaneamente i Greenwich Village degli anni ’60 o aspettare che il mecenate o il gruppo di intellettuali di turno rigenerino una piazza stimolando conseguentemente la rinascita delle vie adiacenti.
Attraversamenti vuole essere un invito ad attraversare con il cuore, a piedi, di persona i luoghi figli di un Dio minore. Quelli che necessiterebbero di maggiori attenzioni.

Attraversamenti; "Monica"; Scampia © Oana Luiza Moldovan
"Monica"; Scampia © Oana Luiza Moldovan

Gli Attraversamenti di bellezza contagiosi

Quando esci dalla stazione metro di Scampia vedi i recenti murales di Jorit Agoch; qualcuno dice che faccia parte di quel processo di riqualificazione urbana che rende migliore la città. In realtà gli effetti di “contaminazione” di Grande Bellezza del territorio sono ampiamente dimostrati volendo citare anche gli interventi di JR sulle favela brasiliane o in altri luoghi del mondo. Perché la bellezza è contagiosa. Gli Attraversamenti che raccontano le bellezze nascoste di periferia potranno essere altrettanto contagiosi.

 

 

Mostra fotografica collettiva Attraversamenti Ponticelli-Scampia

Dal 23 marzo al 6 aprile

PAN – Palazzo delle Arti Napoli

Via dei Mille, 60

Attraversamenti Ponticelli © Elisa D'Ambrose
Ponticelli © Elisa D'Ambrose

marco@photopolisnapoli.org

Diplomato in grafica pubblicitaria e fotografia all'I.S.A. Umberto Boccioni di Napoli. Sono il primo ad aver conseguito la laurea triennale del corso di Graphic Design presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli (Ottobre 2011). Fotografo professionista ho collaborato, tra l’altro, come free-lance negli anni '90 coi principali quotidiani nazionali fornendo immagini di spettacolo e attualmente con l'editoria specializzata in viaggio e turismo.
Organizzo eventi di arte partecipata relativi alla mia ricerca artistica Impossible Naples Project.

Review overview