Tuesday, June 25, 2019
Home / Focus  / Mbriana, di Lorenzo De Girolamo Del Mauro. Affreschi fotografici

Mbriana, di Lorenzo De Girolamo Del Mauro. Affreschi fotografici

Gli affreschi fotografici di Lorenzo De Girolamo Del Mauro in mostra nel complesso di Santa Fede Liberata. Un immersione magica tra bella Mbriana, pareidolia e percezioni per mecenati sensibili

Chi è Lorenzo De Girolamo Del Mauro

Lorenzo De Girolamo Del Mauro, due cognomi come si usa in Spagna, ma Lorenzo, pur non essendo spagnolo, non mi ha raccontato perché ne porta due. Come non mi ha raccontato nemmeno la sua ricetta segreta, quella della malta “magica” che utilizza per i suoi affreschi fotografici e da lui messa a punto dopo oltre quattordici anni di sperimentazioni. Un bel po’ di tempo ma alla fine ce l’ha fatta a trovare la miscela giusta affinché non si sfaldasse, non riportasse lesioni o crepe dopo l’asciugatura; doveva essere compatta, ben spalmabile senza lasciare graffi. E, innanzitutto, doveva interagire bene con l’ultimo strato spalmato a pennello: quello dell’emulsione sensibile a base di nitrato d’argento.

Lorenzo De Girolamo, l’alchimista della malta. Quello degli “affreschi fotografici” o delle “pittofotografie”.

Lorenzo De Girolamo, classe 1970, credo che sia una di quelle persone accompagnate da una qualche presenza-assenza benefica, di quelle che avvolgono con un’aura di protezione il prescelto per indicargli una direzione diversa dandogli la fortuna di intraprendere un percorso originale, che lo contraddistingua. Di quelli che “il mondo migliora con la diversità”. Un outsider, insomma.

Dal nonno apprende molteplici tecniche di artigianato e le basi pratiche della fotografia analogica, dal padre apprende le svariate tecniche della fotografia, di sviluppo e stampa …

… influenzato dai racconti di mamma, ricostruisce la figura di nonno Luigi, non conosciuto in vita, artista pompeiano pittore finissimo, affrescatore di chiese e di zio Ersilio, pittore vagabondo.

Inondato da tanta arte quotidiana già da piccolo inizia a cercare ed immaginare una tecnica che lo distingua; un qualcosa di inesistente, magari, stampare in verticale sulle pareti.

Aiutando nonno Gaetano nei suoi vari lavori, si appassiona alla muratura, alla possibilità di costruire con la terra, cosa che gli torna molto utile nel tempo.

Installazione delle immagini di "Mbriana" presso Santa Fede Liberata © Lorenzo De Girolamo Del Mauro
Installazione delle immagini di "Mbriana" presso Santa Fede Liberata © Lorenzo De Girolamo Del Mauro

Mbriana, la mostra di Lorenzo De Girolamo Del Mauro

Mbriana è il titolo della mostra di Lorenzo De Girolamo. Attualmente in corso a Santa Fede Liberata. Struttura dei gesuiti del ‘500 tenuta chiusa poi per 40 anni dopo la guerra e riaperta dai cittadini del quartiere che organizza attività sociali per i residenti.

Sono, quelle di Lorenzo De Girolamo, immagini fotografiche che non sono fotografie. Perché, se ci andate, non vedrete stampe fineart, o su forex, su tela o stampe cromogeniche ma “affreschi fotografici”. Fotografie stampate con la sua tecnica artigianale e personale. Sembra unica al mondo. Stampe realizzate alla luce diretta del sole.

La tecnica di Lorenzo De Girolamo è artigianale, manuale che consta di almeno sei passaggi dalla ripresa fotografica al pannello stampato.

Sono stampe a contatto, un po’ come si fa un provino fotografico col torchietto in camera oscura, con la differenza che la pellicola è il negativo stampato a getto di inchiostro su acetato grande anche 100x250cm e il “foglio” di carta fotografica non è altro che un pannello in multistrato da 2cm sul quale è stesa la malta ai nitrati d’argento.

Cavalcando la tecnica della calotipia. La durata dell’esposizione alla luce del sole dipende dalla potenza dei raggi. Poi occorrono circa 30 ore affinché la malta si stabilizzi e l’opera è pronta per l’esposizione.

Installazione delle immagini di "Mbriana" presso Santa Fede Liberata © Lorenzo De Girolamo Del Mauro
Installazione delle immagini di "Mbriana" presso Santa Fede Liberata © Lorenzo De Girolamo Del Mauro

La magia tra percezioni e pareidolia

E accadono cose straordinarie per una qualche “discussione mistica” tra pellicola, malta e raggi del sole o perché ‘a bella Mbriana è presente in ogni luogo e si manifesta nelle immagini finali che affondano nella pareidolia per comunicarci che lei c’è e, come da tradizione partenopea, non va derisa ma percepita, ascoltata. Volti presenti già negli intonaci, altri comparsi durante il processo di “sviluppo”, la sagoma di un gatto nero nel corridoio sovrastato dalle volte a crociera…

Perché ‘a bella Mbriana vuole dirci probabilmente che le immagini esposte non stanno lì giusto per esibirsi o esibire le peculiarità del lavoro di Lorenzo De Girolamo. Sono opere in attesa di essere adottate da mecenati interessati a contribuire al restauro dell’ala di Santa Fede Liberata in cui sono esposte le immagini. Perché tutto l’incasso della vendita delle sette opere sarà devoluto in beneficenza alla struttura.

Sette opere su multistrato da 2cm. Di cui sei 180×60 e una 60x120cm. Pezzi unici perché anche se si volessero fare ristampe, i tratti latenti dell’emulsione non restituirebbero mai le stesse densità.

Immagini che riprendono scorci del complesso di Santa Fede Liberata. Color seppia. Striate, slavate, spennellate, imperfette e belle per questo perché come se velassero le storie più intime e segrete del luogo.

Perché ‘a Mbriana è la protettrice dei luoghi. Da ascoltare col cuore.

 

MBRIANA, di Lorenzo De Girolamo Del Mauro

Santa Fede liberata

Via G. Pignatelli 2 – Napoli

Fino al 3 marzo

Dalle 12 alle 20

Ingresso libero

marco@photopolisnapoli.org

Diplomato in grafica pubblicitaria e fotografia all'I.S.A. Umberto Boccioni di Napoli. Sono il primo ad aver conseguito la laurea triennale del corso di Graphic Design presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli (Ottobre 2011). Fotografo professionista ho collaborato, tra l’altro, come free-lance negli anni '90 coi principali quotidiani nazionali fornendo immagini di spettacolo e attualmente con l'editoria specializzata in viaggio e turismo.
Organizzo eventi di arte partecipata relativi alla mia ricerca artistica Impossible Naples Project.

Review overview