Saturday, February 16, 2019
Home / Fotografia  / Un giro intorno al mondo alla ricerca dei sette migliori musei di fotografia

Un giro intorno al mondo alla ricerca dei sette migliori musei di fotografia

Dalle primissime collezioni ospitate in apposite sale dei musei d'arte più famosi a vere e proprie istituzioni della fotografia, con spazi appositamente studiati per offrire l'allestimento migliore, ecco l'elenco definitivo dei magnifici sette

Musei foto

Ogni tanto mi capita di fare un sogno a occhi aperti: immagino il mio viaggio ideale, progettandone, con molta attenzione, tutte le tappe.

Mi piacerebbe, un giorno, poter visitare tutti i più importanti musei di fotografia al mondo, selezionando, tra i tanti, solo quelli che catturano la mia voglia di scoperta.

Ogni museo rappresenta una finestra dalla quale poter osservare un frammento della grande storia, ogni volta con occhi nuovi.

Stoccolma – Fotografiska Museum

Ho deciso che il mio viaggio varcherà i confini dell’Italia e mi piacerebbe iniziarlo con il museo Fotografiska di Stoccolma.

Questo museo è stato aperto nel 2010 è una e attira più di 500.000 visitatori ogni anno. Collocato nel quartiere bohemien della città, il museo si affaccia sul mare con una vista panoramica.

L’edificio risalente al 1906, è adatto a tutti gli appassionati di fotografia contemporanea con grandi mostre dedicate durante tutto l’anno.

Il museo, inoltre, organizza corsi di fotografia per principianti e non, concerti e incontri con gli artisti. 

FOTOGRAFISKA MUSEUM

Helsinki – The Finnish Museum of Photography

Restiamo in Scandinavia e andiamo a visitare il Museo delle Arti Fotografiche di Helsinki, che ospita ogni anno numerose mostre ed esibizioni, dalla fotografia artisitca, al fotogiornalismo, per raccontare la storia e la cultura di questo paese magnifico.

Il Museo, gestito e mantenuto dalla Foundation for the Finnish Museum of Photography, ospita una collezione di circa 3,7 milioni di fotografie scattate da artisti nei diversi decenni.

Fondato nel 1969, il Museo ha una superficie di 900 m² e mostra una serie di immagini sia del passato che del presente. Le immagini più antiche risalgono al 1840. Potrete assistere alle più svariate esposizioni; infatti il museo non si concentra su un genere specifico e la provenienza del materiale è sia finlandese che internazionale.

Tra le mostre, molto interessanti quelle legate all’arte, al fotogiornalismo ed alla storia della fotografia.

THE FINNISH MUSEUM OF PHOTOGRAPHY

Rotterdam – Nederlands Fotomuseum

Da Helsinky passiamo a Rotterdam per andare a visitare il Fotomuseum: un piccolo gioiello di modernità sulle sponde del fiume Mosa, in uno degli scorci più belli della città della città.

Il Nederlands Fotomuseum (Museo fotografico dei Paesi Bassi) è il posto perfetto per scoprire tutto sulla fotografia olandese. Ubicato in un ex magazzino, il Nederlands Fotomuseum vanta 150 archivi di fotografi olandesi e una fantastica panoramica della storia della fotografia in Olanda.

Il Fotomuseum, inoltre, è un museo multi-funzionale che permette di comprendere al meglio i diversi aspetti della fotografia grazie alle mostre espositive di fotografi e giovani talenti ma anche alla visualizzazione di una vasta collezione digitale, alla lounge film, e alla fornitissima biblioteca. 

NEDERLAND FOTOMUSEUM

Parigi – MEP

Passando per Parigi è d’obbligo una tappa alla Maison Européenne de la Photographie che raccoglie una delle più belle e vaste collezioni fotografiche della Capitale.

La Maison européenne de la photographie è un importante centro per l’arte fotografica contemporanea situato nel cuore di Parigi.

La Maison comprende: un centro espositivo, dove sono esposti migliaia di lavori, per lo più fotografie e video; una grande biblioteca, che raccoglie 30 mila libri e 400 periodici sulla fotografia, tra cui alcune edizioni rare; un auditorium, dove vengono ospitate numerose conferenze e proiezioni; una videoteca, che dispone di quasi 750 film sulla fotografia; una libreria specializzata e un intimo ed accogliente Café.

Ampio spazio ai grandi nomi del passato, ma anche ai giovani talenti.

La biblioteca del museo conserva oltre 22.000 titoli da poter consultare, in totale tranquillità.

MEP

Marrakech – Maison de la Photographie

Nel nostro viaggio tra i Musei di fotografia non può mancare la tappa al MMPVA, Il Museo della Fotografia e delle Arti Visive di Marrakeh

Aperto nel settembre del 2013, oltre ad esporre una importante collezione di fotografie storiche è diventato, nel tempo, un tesoro di modernità che sta già facendo parlare di sé.

MUSÉE DE LA PHOTOGRAPHIE

New York – ICP Museum

Questo viaggio fantastico non ha limiti di spesa e da Marrakeh possiamo decidere di volare verso New York per andare a visitare una delle più importanti istituzioni della fotografia Americana: l’ICP New York

Il Museo ha al suo attivo ben oltre 700 mostre ospitate e organizzate, centinaia di corsi e più di 3000 fotografi e artisti presentati dall’anno della sua fondazione voluta da Cornell Capa e Micha Bar-Am, il 1974.
L’ICP di New York si presenta con questi numeri impressionanti e ad oggi continua a essere considerato tra le eccellenze mondiali nel campo della fotografia.
Recentemente è stata aperta una nuova grande sede al 250 di Bowery, nella Lower Manhattan, e i progetti artistici sono destinati a crescere esponenzialmente, a testimonianza del fatto che la fotografia sta vivendo un periodo di buona salute e rinnovata considerazione.

Dal 1985 il museo conferisce annualmente un premio che supporta i giovani talenti emergenti della fotografia contemporanea e un riconoscimento ai più grandi fotografi al mondo.
Gli Awards sono stati vinti da artisti del calibro di Annie Leibovitz, Henri Cartier-Bresson, Robert Frank e Malick Sidibé, solo per citarne alcuni.
L’edizione 2016 ha avuto oltre 500 selezionati partecipanti e il premio principale (categoria Lifetime Achievement) è stato vinto dal celebre ritrattista britannico David Bailey.

L’ICP ospita tantissime mostre dedicate ai grandi maestri della fotografia. Situato a pochi passi da Bryant Park, il museo ha anche una scuola frequentata da numerosi studenti ogni anno con corsi dedicati e programmi di master e anche conferenze, seminari e workshop tenuti da fotografi professionisti.

ICP NEW YORK
© ICP Museum

San Diego – MOPA

Da New York ci spostiamo verso San Diego per andare a visitare il MOPA: il Museo delle Arti Fotografiche di San Diego.

La collezione permanente conta oltre 7.000 immagini di numerosi fotografi da tutto il mondo. Il MOPA ospita anche 8 grandi mostre fotografiche ogni anno e la sua biblioteca è una delle più vaste degli Stati Uniti in ambito fotografico. 

La sua collezione permanente è composta da oltre 7.000 immagini di 850 diversi fotografi! Ospita 8 grandi mostre ogni anno e la sua biblioteca raccoglie una delle più vaste collezioni di libri fotografici degli Stati Uniti. Un museo da record, da vedere assolutamente.

MOPA

info@federicacerami.it

Mi chiamo Federica Cerami, vivo a Napoli e mi occupo di fotografia e di arteterapia. Mi sono laureata in Architettura a Venezia con una tesi su “Il ruolo della fotografia nella lettura del territorio urbano”. Ho conseguito un diploma in Arteterapia scegliendo di specializzare i miei studi nella Fotografia Terapeutica. Insegno critica fotografica ad utenze diversificate, curo mostre di fotografia, organizzo eventi fotografici e conduco laboratori di arteterapia. Guardo alla fotografia cercando sempre di conoscere il“mondo”dell’autore; mi interessa l’aspetto comunicativo della fotografia, perché è l’elemento fondante del processo fotografico che va ben oltre le questioni tecniche. Mi piace pensare che la fotografia lasci una impronta, un segno quasi indelebile che parla del suo autore ma al tempo stesso parla anche del suo spettatore. Le fotografie raccontano storie di vita e costruiscono ponti tra le persone.

Review overview