Sunday, December 9, 2018
Home / Focus  / Minimals – Lucas Zanotto e la sua visione creativa e minimalista della CGI

Minimals – Lucas Zanotto e la sua visione creativa e minimalista della CGI

Minimalismo e creatività viaggiano di pari passo nella mente e nei lavori di Lucas Zanotto, artista nostrano. La CGI ritorna strumento nelle sue mani, al servizio semplicemente della fantasia.

Molte volte la computer grafica sembra esser divenire sinonimo di continua innovazione tecnologica ed elaborazioni avanguardistiche di resa visiva. Più effetti, più realismo, più complessità, più fisica: tutto sembra essere sempre in corsa.

Una sorta di bulimia evoluzionistica questa, che sicuramente ha generato nel tempo capolavori di fantascienza e di fantasia senza pari, ma che, in una continua gara con se stessi, porta molte volte ad una inutile e sterile esagerazione.

Questo è diventato ancor più vero con molti film per l’infanzia, che dietro questa Don Chisciottiana gara verso il progresso, cela a volte più effetti che trama.

Ma in questo caso la colpa non è del medium. Di fatto in nessuna circostanza lo è mai.

Il 3D è come un pennello: da forma al nostro pensiero, alla nostra fantasia. Siamo solo noi che decidiamo cosa e come mettere in scena.

A volare contro corrente, in una direzione di semplicità esistenzale e di un essenzialismo visivo, si inserisce un artista italiano acclamato in tutto il mondo.

E’ il caso dell’italiano Lucas Zanotto, che con il suo minimalismo evocativo ha fatto una filosofia di vita e di lavoro.

Nato tra le alpi del nord Italia, questa poliedrica e semplice personalità artistica si è fatto notare con il suo lavoro a Milano, Barcelona, Berlino ed Helsinki, dove attualmente lavora e realizza App per l’infanzia attraverso il suo studio YATATOI.

Proprio in funzione del suo gusto estetico e funzionale, Zanotto è stato premiato con un Palma d’oro a Cannes, con un Apple Design Award per il suo lavoro digitale, e vari premi riconosciuti per i suoi lavori di advertising.

L’ultimo lavoro di Lucas, premiato con Staff Pick da Vimeo, è stato realizzato sempre seguendo questa regola della semplicità, sfruttando appunto la computer grafica, in un modo originalissimo.

Il titolo stesso “Minimals” fa subito capire di che si tratta:  animaliminimali!

Minimals - di Lucas Zanotto

Semplicissimo, dai colori, alle forme, alla realizzazione, alla illuminazione. Tutto è volto all’immediatezza. Non è un caso poi che tutti i lavori di Lucas Zanotto, sono orientati ed hanno come spettatori primari, un pubblico di piccoli sognatori.

La prima infanzia, ha capito Lucas, non ha bisogno di complicazioni. Bastano forme elementari, colorate e suoni buffi!

Ecco la ricetta, di una semplicità vincente e di un 3D ritornato ad essere uno strumento creativo al servizio di una idea.

Bravò!

Per guardare gli altri progetti sviluppati da Lucas ed il suo studio YATATOI, potete visitare il sito web omonimo: www.lucaszanotto.com

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview