Wednesday, September 26, 2018
Home / Grafica 3D  / Chernovik – Ovvero come i russi trasformano la CGI in uno spettacolo Kitch

Chernovik – Ovvero come i russi trasformano la CGI in uno spettacolo Kitch

Cosa potrebbe inventare un russo ubriaco che conosce la CGI e che ama la fantascienza spinta? Beh, è presto detto, un meraviglioso e assurdo film: Chernovik!

A cosa pensate se dico “Russia”?

Ai Liquori? Gente ricca con pochissimo gusto e tanto oro? Il Comunismo? Belle ragazze e tipi che si prendono a botte ubriachi?

E se vi dicessi CGI? E se, nello specifico vi dicessi, CGI assieme a tutto quanto detto prima?

Ecco a voi, Chernovik, un nuovo film made in Russia con tanta CGI da far tremare i Kolossal americani e tanto cattivo gusto, che in questo genere di film… non fa mai male e fa tanto kitch.

Chernovik - Trailer di uscita (in russo)

In sostanza il film è uno Sci-fi Movie dalla trama semplice: un videogame designer viene tolto dalla sua vita attuale e reclutato da una forza misteriosa, come guardiano di un portale multidimensionale. Al di la di una trama fin troppo semplicistica e banale(ispirata ad un libro omonimo che sembrerebbe discostarsi molto dal film stesso) c’è da dire che questo lungometraggio risulta a tutti gli effetti uno spettacolo per gli occhi, come una sorta di parco giochi della fantasia.

Potrete trovare all’interno veicoli Steampunk, piccoli robot alla Transformers, dirigibili da combattimento, uomini traslucenti da fare invidia agli X-Men e non ultima la kitchissima Matrioska-drone-assassina-volante.. il tutto condito con scene di botte alla Bud Spencer, ma ovviamente in versione russa (ossia con più sangue e violenza).

In questa rubrica non è tanto il “non-sense” russo a interessarci, quanto piuttosto il contenuto visivo del film.

La resa grafica e la cura nella realizzazione degli effetti speciali risulta infatti davvero superlativa. Così tanto da dover far imbarazzare tutta l’industria europea degli effetti speciali.

Per poterla apprezzare a sufficienza ci sarebbe bisogno di conoscere il russo ed il mercato cinematografico di Mosca, che ahimè tutt’oggi rimane confinato ai paesi dell’est. Tuttavia in questo articolo possiamo “sbirciareoltre il muro, grazie ad un favoloso making of della compagnia di effetti speciali russa chiamata CarbonCore, incaricata nello specifico di ricreare la Matrioska killer.

Chernovik - Making of della Matrioska killer ad opera di CarbonCore

Ciò che colpisce in questo making-of è l’estrema cura avuta nelle fasi di progettazione del robot, che è stato studiato alla perfezione a partire dal design esterno, fino allo sviluppo della meccanica interna e della sua implementazione tramite la fase di rigging. Notevolissima è inoltre anche la resa dei materiali e l’integrazione del risultato in 3D, all’interno del girato. Pulitissimo!

Un bel plauso alla compagnia CarbonCore che è riuscita ad ottenere una impensabile qualità e alla Russia che decide di investire in questa tipologia di film!

E noi qui che stiamo a guardare, con una pizza in una mano e un mandolino nell’altra.

Per chi volesse approfondire i lavori di CarbonCore e godersi qualche altra sorpresina, il sito della compagnia è : http://carboncore.ru

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview