Saturday, July 21, 2018
Home / Grafica 3D  / 3D e salari, Scopriamo assieme in quali paesi del mondo gli stipendi sono più alti

3D e salari, Scopriamo assieme in quali paesi del mondo gli stipendi sono più alti

Molte volte quando si approccia il mondo del 3 per la prima volta, non sia ben chiaro quale sia il valore del proprio lavoro. Questo articolo nasce con tale pensiero in mente e con la

Se è vero che ci si occupa di 3D, di fatto è un artista del digitale che applica il suo talento grazie ad una serie di competenze tecniche, mosse tutte da passione… è anche vero che bisogna pur viverci con quella passione!

Ed in Italia, molte volte, quando si è mossi dalla passione e dall’arte, il salario… si accorcia!

Quante volte avrete sentito dire “vabbè tanto a te piace fare questo lavoro, no?” O frasi similari?

In generale poi nei campi artistici, a meno non si possano vantare esperienze di prima classe o veder la propria arte riconosciuta da un gruppo di solerti e ignoranti critici d’arte o fotografici, i soldi tendono sempre a svanire come fumo al vento.

A tutto ciò c’è da aggiungere che per tutti i nuovi settori del digitale non esistono veri e propri gruppi a protezione della categoria e quei pochi centri esistenti anche in Italia, finiscono molte volte per essere semplicemente associazioni da scalare per farsi un nome…e quindi farsi pagare di più.

Oggi cerchiamo di scardinare un po’ lo status socio economico del grafico 3D, spulciando un po’ le varie paghe di settore, previste a seconda del paese di provenienza dell’azienda.

Tutte le informazioni ed i dati che troverete fanno rifermento ad impiegati ed artisti del 3D reali, che hanno comunicato on-line i loro guadagni, sfruttando l’anonimato della rete. L’anonimato è stato fondamentale su questo tema, visto che discutere dei propri salari tra dipendenti, è un tabù comune a tutto il mondo, che in alcun paesi può anche costare il posto.

Vancouver - Una delle "mete" più gettonate per il 3D Artist

Partiamo da una nazione che rappresenta un po’ il paradiso attuale del CGI artist, il Canada:

In Canada le paghe previste per un generico grafico 3d agli effetti speciali con anni di anzianità già maturati), guadagna all’incirca 75 mila dollari.

Per un Lead FX, un supervisore, parliamo invece  di una paga che si muove tra gli 80 e gli 85 mila dollari annuali.

Tenete però a mente che queste paghe si riferiscono ad una media generica di settore.

Riferendoci poi a segmenti più particolari di mercato e a ruoli precisi, le somme aumentano: un Character artist junior per un gioco tripla A, guadagna una paga annua di 40 mila dollari, mentre un senior può arrivare a toccare i 120 mila dollari.

Le paghe come freelance a giornata raggiungono anche facilmente i 215 dollari lordi al giorno.

Volendo poi essere più specifici di così e scomodando nomi di grandi colossi come Sony e ILM, ed Eletronic Arts, relativamente alle loro sedi a Vancouver ed Edmonton, possiamo notare come la paga per un Lighter o VFX artist Senior sia di 115 mila dollari (Sony), per un Technical artist di media anzianità 70 mila(EA), mentre quella per un “Mid”, ossia un artista con circa 4-5 anni di esperienza, parliamo di 85 mila dollari (ILM).

Spostandoci dall’altro capo del mondo, la situazione non si discosta di molto. Un Lighter/Houdini TD (Technical Director) a Melbourne in Australia, guadagna circa 60 mila dollari all’anno.

Situazione non male anche in Irlanda, dove un generico VFX TD riesce a guadagnare 65 mila dollari all’anno, tasse escluse ed un Compositor senior, circa 78 mila. Questo è reso possibile a causa anche delle tassazioni favorevoli per le aziende di effetti speciali e cinematografia che spingono i produttori ad aprire nuove filiali nelle suddette tre nazioni.

Da qui in poi, la situazione tende a scivolare sempre di più.

Negli USA, forti sono le disparità tra le città in cui hanno sede le sedi delle aziende della CGI.

Parlando di Los Angeles infatti le cifre della paga sembrerebbero essere altissime: 125 mila dollari più 50 mila di bonus come supervisore agli effetti speciali, mentre 55 mila come 3D Generalist e paghe orarie che si aggirano tra i 60 e i 57 dollari all’ora (Sony L.A.).

Eppure bisogna ricordarsi come la vita a L.A. sia tutt’altro che economica. Un affitto di un appartamento con solo una stanza si aggira attorno a 2500 dollari mensili. Considerando quindi una media così alta per l’affitto e l’assenza negli usa di un servizio socio assistenziale, ne di qualsivoglia sorta di regolamentazione di assunzioni e licenziamenti, nonché associazioni di categoria, è facile ridimensionare l’entusiasmo.

Situazione similare in un’altra città big degli USA: New York.

La paga media di un grafico 3D è di circa 300-350 dollari al giorno, con una media di pagamento orario di circa 45 dollari all’ora. Se Freelance con 6 anni di esperienza la paga riesce tranquillamente a raggiungere i 70-80 dollari all’ora. Ma qui rientrano tutti i deficit descritti poco sopra ed i ritmi newyorkesi, che portano i dipendenti ad lavorare in media almeno 50 ore alla settimana, come standard.

Scendendo nella classifica, troviamo l’Inghilterra, in cui il settore è alla merce degli approfittatori: se da un lato le aziende più famose arrivano fino a paghe da 75 mila sterline all’anno per un TD con 5 anni di esperienza, dall’altro ci sono società che pagano i Junior poco più di 6 mila sterline all’anno. Si ho scritto bene, 6 mila, ossia 2.68 sterline all’ora, di fatto non rendendo sostenibile la cosa a chi non abbia una famiglia alle spalle per sostenere la carriera.

Ma se questo vi sembra terribile, aspettate di leggere il fondo della classifica.

Continuando a scendere troviamo la Germania, in cui un 3D Artist junior, parte con un salario annuale che oscilla tra i 24 ed i 27 mila euro all’anno, mentre un grafico 3D generalista può incassare sui 30 mila.

Per figure più qualificate la paga aumenta fino a 43 mila euro all’anno, l’esempio di un Character Artist Mid.

Subito dopo la Germania troviamo la Francia, con paghe per figure professionali ben specifiche (es. Junior Character artist), che si muovono attorno ai 28 mila euro all’anno.

Scendendo purtroppo, dopo la Francia appare in classifica la Spagna, con paghe che per i junior ruotano attorno ai 14-15 mila euro all’anno e per i senior trai 24 ed i 30.

Da qui poi si cade verso il baratro, partendo dalla Polonia, dove le paghe per un Senior Animator non superano i 20 mila annuali, scendendo per Messico (12mila per senior, 6 mila per junior), Malesia (12 mila per mid), Bulgaria (11 mila per Senior), fino ad arrivare al punto di non ritorno.

Brasile, Turchia, Russia e l’intero intero EstEuropa, chiudono il cerchio, essendo i paesi dove la paga praticamente è una frazione di quella canadese, spostandoci in un range che va dai 7 mila ai 4 mila euro all’anno.

E l’Italia in tutto questo?  Beh vi basti pensare che nella maggioranza dei casi, risulterebbe una soluzione migliore quella di spostarsi in Spagna, visto che le paghe sono anche inferiori alle cifre segnate per il paese della penisola iberica.

Bisogna però sempre considerare ciò che queste cifre non dicono, e che in parte ho già sottolineato nell’esempio delle città americane.

Molte volte è il costo della vita a dettare una linea generale delle paghe, molte altre invece è il modo in cui la società e gli stessi imprenditori percepiscono il lavoro degli artisti digitali.

Tuttavia, avere queste informazioni permette a tutti i grafici di attivarsi nella loro vita, scegliendo se far valere il proprio contratto per una remunerazione più consona agli standard o ancora meglio, cambiar vita e paese.

In bocca al lupo a tutti e per chi volesse, una piccola guida al lavoro Freelance, per videogame: http://wiki.polycount.com/wiki/Freelance

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview