Saturday, April 21, 2018
Home / Grafica 3D  / Siren – Il futuro si affaccia alla Game Developer Conference con Epic Games

Siren – Il futuro si affaccia alla Game Developer Conference con Epic Games

Attori digitali, assistenti virtuali con un corpo mozzafiato, videogame in cui non si distingue la differenza con la realtà. Questo il futuro ipotetico messo a disposizione da EpicGames e tanti altri sviluppatori Hardware e Software!

Le grandi innovazioni della computer grafica vengono solitamente mostrate dall’annuale incontro del Siggraph, la mostra sulle ultime tecnologie della computer grafica.

Eppure quest’anno ha fatto molto parlare di se l’innovazione che la GDC (ossia la game developer conference) ha portato con se nella sua ultima edizione di questo Marzo.

In particolar modo si è fatto notare lo sviluppatore Epic Games, che, assieme a numerose compagnie dedite allo sviluppo e innovazione hardware, ha mostrato due demo tecniche sulle potenzialità ed il futuro della computer grafica in tempo reale.

La prima demo tecnica, a sfondo Star wars, ha mostrato come sia stato finalmente implementato un modello di calcolo Raytracing in tempo reale, dopo tantissimi anni di tentativi e ricerca.

Ma cos’è il Raytracing e perché è così importante? Il Raytracing è una tecnica di tracciamento dei raggi luminosi che permette di ricreare situazioni di illuminazione secondo una schematizzazione, totalmente plausibile, di come la luce si comporterebbe nel mondo reale. In sostanza, permette quindi di avere un grado di fotorealismo altrimenti irraggiungibile. Fino a questo momento nei videogame, il calcolo delle luci è stato affidato a implementazioni più o meno bonarie e fittizie del calcolo delle luci, dal baking all’uso di più sorgenti luminose per fonti primarie e luci di rimbalzo. Tutte tecniche queste, che però falliscono in quanto arbitrarie e dettate soprattutto dalla poca potenza di calcolo necessaria per implementare questi calcoli con successo nel mondo del real time.

Adesso però, con le innovazioni tecnologiche di Nvidia e software di ILM e Epic Games, siamo difronte ad un nuovo traguardo, riuscendo ad ottenere infatti un calcolo realistico della luce ad una velocità mai vista prima ( 60 rendering per secondo ).

"Reflection" - Demo tecnica delle potenzialità dell'Unreal Engine nel calcolo Ray-Tracing

Questa pietra miliare sarà destinata non solo a cambiare la resa dei videogame di prossima generazione, ma anche a cambiare il mondo degli effetti speciali per il cinema e l’animazione, rendendo il processo velocissimo e semplice da modificare.

Ma le innovazioni mostrate da Epic games non terminano qui.

La compagnia infatti è stata ossessionata da anni dall’idea di ottenere un sistema in real-time di motion capture, e adesso, é finalmente passata da una mera ossessione, ad una vera e gigantesca innovazione. Possiamo osservarne i risultati visivi con la seconda demo tecnica, “Siren”, una personalità digitale sviluppata con alcune delle prominenti firme dell’industria di videogiochi: Vicon, Cubic Motion, 3Lateral e Tencent (compagnia di scansioni che vende i suoi modelli 3D anche al grande pubblico).

Ciò che è davvero spettacolare di questa demo tecnica è che Siren prede vita utilizzando una tecnologia di motion capture in diretta, grazie alla potenza del software sviluppato da Vicon, che riesce a catturare i movimenti del suo corpo e delle dita, e a quella di Cubic Motion, che invece riesce a tenere traccia, sempre in tempo reale, di ben 200 diversi movimenti facciali, alla velocità di 90 frame al secondo, e trasferire il tutto in tempo reale, nel programma di Unreal Engine (appunto della Epic Games), grazie alla tecnologia di 3Lateral che ha realizzato rig (modello 3D che risponde ai movimenti in modo naturale) dell’attrice stessa.

Siren - Demo tecnica della cattura in tempo reale dei movimenti attoriali

La recitazione dell’attrice viene immediatamente digitalizzata e riproposta sul suo clone digitale, con una latenza infinitesimale e una precisione nella cattura dei movimenti, mai vista prima.

I primi esempi di questa tecnologia si sono già avuti lo scorso anno, con il real-time face capture del gioco sviluppato da Ninja Theory “HellBlade”, ma qui l’innovazione è andata molto più avanti. Frutto tutto ciò di un lavoro congiunto e certosino di differenti tecnologie e aziende che hanno capito che l’unico modo per portare avanti un’ innovazione del genere in un tempo così ristretto era quello di unirsi in un progetto comune.

Questa innovazione però di per sé non ha solo importanza per il modo dei videogame, ma anche per numerose altre industrie, come quella cinematografica, dell’advertising e in generale della multimedialità. Attori digitali utili a impersonare versioni artificiali di guide turistiche, assistenti personali digitali(come ad esempio( “Siri” o “Google Assistant), versioni umanoidi, dispositivi tecnologici, conduttori virtuali e molto altro.

Un’era che molto probabilmente incrocerà presto la fantascienza, in uno scenario che ci porterà sempre più vicini ai mondi narrati da scrittori come Asimov o Dick. Speriamo solo, non così distopici!

Siren - Dietro le quinte della tecnica della cattura in tempo reale dei movimenti attoriali

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview