Wednesday, September 26, 2018
Home / Focus  / A Roma al Vittoriano “I grandi Maestri. 100 anni di fotografia Leica”

A Roma al Vittoriano “I grandi Maestri. 100 anni di fotografia Leica”

Sono presenti oltre 350 opere dei più prestigiosi autori, decine di documenti originali, riviste e libri rari, fotografie vintage, macchine fotografiche d’epoca, in questa esposizione che ha nel Vittoriano la sua unica tappa italiana.


Grandi Maestri

Termina il 18 febbraio,I Grandi Maestri. 100 Anni di fotografia Leica “, al Complesso del Vittoriano a Roma.

Questa importante mostra rende omaggio alla prima macchina fotografica provvista di una pellicola 35 mm, alla fotografia d’epoca e a tutti gli artisti che hanno utilizzato la Leica dagli anni venti ai giorni d’oggi.
Sono presenti oltre 350 opere dei più prestigiosi autori – da Henri Cartier-Bresson a Gianni Berengo Gardin, da William Klein a Robert Frank, a Robert Capa a Elliott Erwitt e molti altri – decine di documenti originali, riviste e libri rari, fotografie vintage, macchine fotografiche d’epoca, compongono questa ricca esposizione che ha nel Complesso del Vittoriano la sua unica ed eccezionale tappa italiana.

Il racconto dei protagonisti

I Grandi Maestri. Cento anni di fotografia Leica si arricchisce di un ulteriore approfondimento intorno agli interpreti presenti in mostra al Complesso del Vittoriano, Ala Brasini, grazie al ciclo di incontri organizzato da Contrasto.

Ci sono ancora due ultimi incontri ai quali poter partecipare.

Il 7 febbraio 2018 interverranno il fotografo Lorenzo Castore e il regista Saverio Costanzo, raccontando di come un viaggio in India fatto più di venti anni fa abbia segnato una svolta nella loro capacità di visione. Il ciclo di incontri si concluderà con Gianni Berengo Gardin che nell’ambito della mostra al Vittoriano riceve il Leica Hall of Fame Award “per la sua carriera e per il suo tanto instancabile quanto eccezionale impegno di fotografo”.

GLI ULTIMI DUE INCONTRI

7 febbraio 2018 – 18.00 Sala Verdi
Invito al viaggio.
Incontro con Lorenzo Castore e Saverio Costanzo
Nell’estate del 1997, il fotografo Lorenzo Castore e il regista Saverio Costanzo hanno intrapreso un viaggio in India, avevano 21 e 22 anni. C’era un terzo amico con loro. Un viaggio intenso e profondo, alla scoperta dei luoghi, della bellezza della gente, alla scoperta di sé stessi. Nelle sue stesse parole, da questa esperienza nasce la vita di Lorenzo Castore come fotografo. L’India ha segnato un prima e un dopo nella crescita personale e nel lavoro di Castore, ma anche in quella di Costanzo come regista. Insieme, Lorenzo Castore e Saverio Costanzo, ripercorreranno le tappe di quel viaggio che ha rappresentato per entrambi una sorta di illuminazione nella loro capacità di visione.

13 febbraio 2018 – 18.00 Sala Verdi
Scrivere con la macchina fotografica.
Incontro con Gianni Berengo Gardin
Vincitore del Leica Hall of Fame Award 2017, Gianni Berengo Gardin ripercorrerà le tappe salienti del suo percorso personale e professionale: le fotografie, i libri, la vita. Un itinerario attraverso i suoi viaggi, gli incontri, il lavoro e, soprattutto, la sua grandissima passione per i libri (ne ha pubblicati oltre 250). L’avventura prediletta di Gianni Berengo Gardin, infatti, è sempre stata quella di realizzare fotografie che potessero finire in un libro. Il suo lavoro si è sempre alimentato delle influenze intellettuali che gli derivano dalle letture e dalle frequentazioni amicali. Per lui la macchina fotografica è «come la penna per lo scrittore, uno strumento per raccontare le cose».

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti (non sarà possibile riservare preventivamente l’accesso).
Ai partecipanti verrà inoltre distribuito un coupon che, consegnato in biglietteria, garantirà l’accesso in mostra con biglietto ridotto € 10 (le riduzioni non saranno cumulabili).

Grandi Maestri
Grandi Maestri
Grandi Maestri

Informazioni

L’esposizione è promossa e realizzata da Arthemisia e Contrasto.

Dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30
Venerdì e sabato 9.30 – 22.00
Domenica 9.30 – 20.30

Intero € 12,00

Ridotto € 10,00

Via di San Pietro in Carcere,
00186 Roma

T +39 06 678 0664

Per info e prenotazioni + 39 06 87 15 111

info@federicacerami.it

Mi chiamo Federica Cerami, vivo a Napoli e mi occupo di fotografia e di arteterapia. Mi sono laureata in Architettura a Venezia con una tesi su “Il ruolo della fotografia nella lettura del territorio urbano”. Ho conseguito un diploma in Arteterapia scegliendo di specializzare i miei studi nella Fotografia Terapeutica. Insegno critica fotografica ad utenze diversificate, curo mostre di fotografia, organizzo eventi fotografici e conduco laboratori di arteterapia. Guardo alla fotografia cercando sempre di conoscere il“mondo”dell’autore; mi interessa l’aspetto comunicativo della fotografia, perché è l’elemento fondante del processo fotografico che va ben oltre le questioni tecniche. Mi piace pensare che la fotografia lasci una impronta, un segno quasi indelebile che parla del suo autore ma al tempo stesso parla anche del suo spettatore. Le fotografie raccontano storie di vita e costruiscono ponti tra le persone.

Review overview