Monday, October 26, 2020
Home / Focus  / Apre a Napoli la nuova galleria d’arte contemporanea di Thomas Dane

Apre a Napoli la nuova galleria d’arte contemporanea di Thomas Dane

Il gallerista londinese Thomas Dane ha aperto a Napoli, in via Crispi, la sua straordinaria Home Gallery: un evento atteso dalla città che ritorna crocevia internazionale dell’arte contemporanea.

Il 25 gennaio 2018 le porte di Villa Ruffo, già sede del consolato tedesco si aprono alla città per l’inaugurazione della galleria di Thomas Dane, che sceglie, per il suo esordio partenopeo di raccontare la città attraverso gli occhi degli artisti della sua scuderia: Bruce Conner, Steve McQueen, Catherine Opie, Caragh Thuring, Kelley Walker.

Tra i più importanti galleristi di Londra, Thomas Dane apre il suo primo spazio nel 2004, e il suo lavoro è conosciuto a livello internazionale. Dane ha scelto Napoli per la sua prima esperienza al di fuori di Londra.

Caragh Thuring presenta un tema ricorrente nella sua produzione: il vulcano. Che sia attivo o dormiente, amico o sterminator, il vulcano di Thuring è il luogo dove fede e mistero si fondono –è il caso di dirlo- fino a diventare un blocco unico di pietra, anima e fuoco.

Un cavallo immobile è al centro di Running Thunder, il film muto di Steve Mc Queen che impone allo spettatore, sin dal titolo del suo lavoro, la maestosa, stridente visione di un cavallo morto: l’animale forte e vigoroso, che l’immaginario collettivo visualizza come eternamente in movimento, giace inerme tra i fili d’erba.

L’incontro tra Joseph Beuys ed Andy Warhol suggellato a Napoli nel 1980 per volontà del gallerista Lucio Amelio, torna nel lavoro di Kelley Walker. In un collage digitale realizzato usando le foto di Mimmo Jodice, Walker ripropone i fasti, la magia, l’irriducibile energia, il meraviglioso corto circuito di quegli anni incredibili, anni in cui la città ha rappresentato il crocevia dell’arte contemporanea internazionale.

Catherine Opie, fotografa americana, inizia nel 1999 a documentare, la vita all’interno della comunità leather, di cui lei stessa fa parte. Attraverso la narrazione di uno stile di vita, pratiche sessuali, di scelte stilistiche inequivocabili, di un’intimità altra, diversa, la Opie restituisce un’anagrafe umana precisa e consapevole.

Bruce Conner, infine, con Easter Morning porta in scena una vera e propria danza di luce. Il video, accompagnato dalle musiche di Terry Riley, suonate dalla Shanghai Film Orchestra con strumenti tradizionali cinesi, è omaggio alla città, al suo morbido torpore, al tripudio di vita che ogni suo angolo esprime.

ph: Artribune.com

 

THOMAS DANE GALLERY
Via Francesco Crispi, 69, 80122 Napoli NA
thomasdanegallery.com
 081 1892 0545

sarah.galmuzzi@gmail.com

Storica dell’arte prestata al giornalismo scrivo since 1976. Riviste, quotidiani, blog, senza soluzione di continuità. Nel mezzo, una lunga esperienza al Pan|Palazzo Arti Napoli dove progetto mostre e curo eventi, una figlia, la messa a punto della ricetta dei biscotti più buoni del mondo. E poi viaggi, case, amici, feste, libri, mostre, fogli di giornale. Napoletana fuori ma islandese inside, vorrei trascorrere gli ultimi anni della mia vita come Bobby Fischer, ma senza scacchi. Facebook addicted, non posso vivere senza: non segnalatemi mai, please.

Review overview