Monday, December 18, 2017
Home / Focus  / Il futuro del packaging è già qui. Con HP, Smirnoff e Yarza Twins

Il futuro del packaging è già qui. Con HP, Smirnoff e Yarza Twins

Un software sviluppato da HP promette di rivoluzionare il mondo del packaging introducendo la possibilità di combinare insieme elementi grafici per dare vita a infinite possibilità di personalizzazione.

smirnoff

Un sogno che diventa realtà

Qualche anno fa i più informati tra gli addetti ai lavori nel campo della stampa teorizzavano la possibilità di produrre packaging totalmente personalizzati, in grado cioè di veicolare soggetti e grafiche diverse l’una dall’altra pur restando nel processo di produzione industriale legato ai grossi quantitativi e alla velocità di stampa.
Per i graphic designer significava una incredibile opportunità, il sogno di ogni progettista, il delirio, una idea praticamente impossibile da mettere in pratica.
Tuttavia la tecnologia di stampa ha fatto passi enormi e quel che sembrava irraggiungibile solo qualche anno fa comincia a concretizzarsi in qualcosa di reale.

hp + Yarza Twins + Smirnoff = WOW

Tra i colossi della stampa professionale e delle tecnologie correlate c’è HP inc. che ha presentato recentemente HP SmartStream D4D, una suite di soluzioni di design “leggero” che consente ai progettisti di creare e personalizzare a caso gli imballaggi. Non siamo ancora al packaging tailor made, ma ad una versione che gli somiglia moltissimo.
A sottolineare l’importanza (epocale?) dell’evento, è stato organizzato lo scorso 2 novembre un party presso i Black Swan Studios di Bermondsey, a Londra, dove gli invitati hanno potuto vedere il software all’opera.
Per l’occasione il brand Smirnoff che è stato coinvolto nel progetto ha lanciato un brief ad hoc “Tutti uguali. Ognuno diverso.” raccolto dal duo delle Yarza Twins, uno degli studi di design più famoso e premiato in assoluto, che hanno sviluppato una loro idea creativa.

Tutti uguali. Ognuno diverso

Ispirato al classico marchio Smirnoff n. 21, Yarza Twins ha progettato 21 personaggi insieme a 21 cappelli e 21 corpi. Questi elementi di progettazione sono stati “rimescolati” utilizzando HP SmartStream D4D in modo che ogni risultato del progetto sia assolutamente unico. Il componente HP Mosaic del software è stato utilizzato anche per realizzare un unico design che celebra la famosa silhouette di sopracciglia dell’etichetta Smirnoff e adattarlo ingrandendo, ruotando, cambiando i colori per creare risultati unici e accattivanti. Questi esclusivi design sono stati quindi utilizzati in un’ampia gamma di tecnologie di stampa HP per la produzione di articoli come buste termoretraibili, etichette per bottiglie, scatole ondulate, poster, involucri per sedie, carta da parati, t-shirt tutti esposti alla festa di lancio. Peccato solo che questo output creativo è solo per il lancio di HP SmartStream D4D beta e non per scopi commerciali.

Come funziona

HP SmartStream D4D è una versione semplificata di HP SmartStream Designer per Adobe Illustrator CC2018, che è il software commerciale su vasta scala già utilizzato dai proprietari di macchine da stampa digitali HP. “La stampa digitale ha la capacità di rendere l’imballaggio e la stampa più agili e senza limiti, ma fino ad ora c’è stato un divario tra concetto e creazione”, ha dichiarato Nancy Janes, responsabile globale dell’innovazione del marchio di HP. “Con HP SmartStream D4D, i designer possono per la prima volta giocare con il potente software utilizzato per creare alcune delle campagne di packaging più memorabili e di impatto dei marchi globali”.
Il progetto pilota che è partito il 6 novembre scorso vedrà una sperimentazione di tre mesi aperta a tutti gli studi che vorranno cimentarsi con questa nuova tecnologia, per un numero massimo di partecipanti fissato in 500 iscritti. Qui il link per partecipare.

smirnoff
smirnoff
smirnoff

falasconi@ilas.com

Il primo ricordo di un regalo di compleanno è la scatola di colori a tempera ricevuta da mia zia. Chiaramente destinato ad una carriera che contemplasse il disegno e la grafica, dopo gli studi artistici e una specializzazione in Art Direction e Grafica Pubblicitaria sono entrato in ILAS in cui ho ricoperto diversi incarichi fino a diventare Art Director Senior. Appassionato di arte, cucina, fotografia e curioso viaggiatore ho già visitato letteralmente mezzo mondo e, sull’altra metà, ho le idee piuttosto chiare sul programma.

Review overview