Monday, December 18, 2017
Home / Focus  / L’acqua minerale Sant’Anna, tanta simpatia nelle sue bottiglie

L’acqua minerale Sant’Anna, tanta simpatia nelle sue bottiglie

Un'affissione che funziona molto bene: pochi elementi visivi e un titolo breve. Una pagina per i periodici e i quotidiani che aggancia l'occhio e incuriosisce con un linguaggio diretto e intelligente.

Acqua Sant’Anna Vinadio è in città!

È online con una campagna outdoor molto catching… Vabbè scherzo. Cioè, volevo dire che c’è una bella campagna affissione (a Milano, per ora) e anche stampa periodica e quotidiani, che presento volentieri perché è fatta bene, con passione e sapienza dai giovani di Friends For Fun, una dinamica struttura torinese che si muove con grazia nel panorama delle agenzie di comunicazione. Qui si parla di due bottiglie diverse dal classico litro e mezzo casalingo, quelle bottiglie medie e piccole che servono a placare la sete quando si corre nei parchi o si sta in ufficio. Due formati: un litro e il bicchiere da borsetta.

Prima l’affissione.

Impostazione classica di quelle che piacciono a me con pochi elementi disposti bene nello spazio, non litigano e si fanno leggere in fretta. Titolo al centro che pone una domanda per intercettare l’attenzione del passante/automobilista. Le figure da guardare sono tre, due bottiglie e una ragazza frou-frou vestita di nuvole. Visto che il totale riguarda le due bottiglie nel sottotitolo si parla di doppio: doppia bellezza e doppia leggerezza. Nell’opzione Naturale o Frizzante. In questi casi si direbbe “equazione risolta” ed effettivamente la macchina comunicante funziona e svolge in fretta e bene il suo compito, con leggerezza e simpatia.

Poi la pagina per i periodici.

C’è il family look che si richiede a una campagna coordinata e contemporanea, il rilassante fondo cielo che evoca i panorami della sorgente e del marchio della santa della montagna. E c’è ancora una ragazza presentata in modo molto originale a metà strada tra una ballerina timida e una donna sandwich. Ne scorgiamo solo due estremità: una dinamica inferiore e l’altra impegnata ed efficiente, superiore. In due brandelli di donna ecco raccontata tutta la giornata della protagonista che lavora e si muove in fretta. Qui d’importante abbiamo anche la nuova mini bottiglia da un sorso (25 cl) studiata per la borsetta con un pack design da prodotto di bellezza. Bisogna vederla bene e sta in basso al centro nel posto buono di solito riservato al marchio. Il titolo: L’acqua ti fa bella. Dress to drink. Questa è un’acqua di bellezza che parla alle ragazze e parla moderno.

Però… adesso che ci penso, non c’era un film di Zemeckis… come diceva il titolo? Vabbè, tanto è del ‘92… Chi se lo ricorda più!

info@risuleo.com

Negli anni ’70 in preda agli ardori giovanili sono entrato nella catena di montaggio del fumetto softcore disegnando letti, prati e altri giacigli. Poi ho fatto l’art director e il direttore creativo in primarie agenzie di pubblicità (Leo Burnett, McCann-Erickson, FCB, J.Walter Thompson, TBWA, Young&Rubicam). Ho vinto qualche premio nei festival internazionali e come illustratore, il 1° Premio dell’Art Director’s Club International di New York. E ormai sono costretto a scrivere e disegnare ogni giorno per non perdere la linea.

Review overview