Monday, December 18, 2017
Home / Social Media  / Facebook: il nuovo algoritmo antispam che premia la qualità

Facebook: il nuovo algoritmo antispam che premia la qualità

Il noto Social Network, Facebook, ha rilasciato un algoritmo in grado di smascherare lo spam. Lo scopo è quello di eliminare i contenuti non pertinenti a vantaggio della qualità dell’informazione.

Lo Spam ha da sempre accompagnato qualsiasi servizio di comunicazione che si diffondesse grazie ad internet. Molti siti infatti propongono contenuti di scarsa qualità con titoli ingannevoli che hanno al loro interno decine di inserzioni pubblicitarie. Pagine create appositamente per dare visibilità all’advertising. Questo processo, che vede l’invio ripetuto di messaggi tramite posta elettronica o attraverso qualsiasi altro mezzo di comunicazione, ha lo scopo di diffondere la pubblicità e viene definito appunto spam.

Per combattere questa guerra, che prima si limitava alla posta elettronica e che ormai ha conquistato terreno sui Social Network grazie alle loro caratteristiche di immediatezza nella comunicazione, Facebook ha rilasciato un algoritmo in grado di distinguere i link informativi da quelli inutili.

L’algoritmo, che verrà rilasciato nei prossimi mesi, premierà coloro che condividono post di qualità con un aumento di visibilità a discapito delle pagine che pubblicano spam che invece verranno declassate.

L’obiettivo è quello di riuscire a costruire una comunità ben informata eliminando quei contenuti ingannevoli e non pertinenti.

L’algoritmo, comportandosi come un vero e proprio scanner, verrà diffuso solo dopo aver superato la procedura di addestramento che prevede la verifica di migliaia di siti internet in modo da riconoscere quei contenuti di bassa qualità e renderli meno idonei alla pubblicità. Solo quando sarà in grado di effettuare questa distinzione, verrà integrato nel sistema del Social Network.

Le normative di questa innovazione non sono state rese visibili per evitare che potessero essere trovati dei metodi per aggirarle e continuare a pubblicare spam.

Il noto social a tal proposito scrive :

“Ci rendiamo conto che i nostri utenti sono delusi quando cliccano su un link che porta a una pagina web con pochi contenuti di sostanza e che è piena di pubblicità dannosa o irritante. Al contrario le persone dopo un click si aspettano che la loro esperienza sia onesta”

Nello scontro tra lo spam e Facebook, dunque, sembra proprio che vincerà la qualità dei contenuti.

guadagnuoloilenia@gmail.com

All’età di 2 anni sapevo già accendere il computer per giocare al mio videogame preferito; oggi, rifacendomi a Marshall McLuhan, la tecnologia è diventata un’estensione del mio corpo. Appassionata di Tecnologia e Comunicazione, mi sono laureata alla facoltà di Culture Digitali e della Comunicazione ed ho conseguito il Master in Social Media e Web marketing alla Ilas nel Luglio del 2016.

Review overview