Friday, October 23, 2020
Home / Grafica 3D  / The Search for Realism – La storia della CGI

The Search for Realism – La storia della CGI

Riviviamo assieme alcuni dei passaggi principali della storia della computer grafica. Quando gli effetti speciali si producevano ancora a mano ed i computer non erano ancora "personal"

Sembrerà strano parlare di storia per una disciplina artistica che conta non più di una 50 d’anni di vita, eppure non si può dire che i passi in avanti fatti nella CGI non siano stati così rapidi e repentini da non segnare nel contempo una evoluzione spaventosa ed in continuo divenire.
Oggi riviviamo assieme, tramite un documentario della BBC, intitolato “The search of realism”, come tutto ebbe inizio negli anni 70, quando la computer grafica era ancora agli albori ed i suoi primi acerbi risultati, già facevano sognare registi ed imprenditori come Steve Jobs.
Numerosi i volti importanti che appaiono in questo filmato: Catmull, Carpenter, Ray Smith, Reeves.
A molti non diranno nulla, ma molti di essi rappresentano i pilastri attorno ai quali si è eretto l’intero mondo della computer grafica così come lo conosciamo.
In questi 40 minuti, potrete scoprire come si modellava in 3D 30 anni fa, le limitazioni della tecnologia dell’epoca, quali erano gli obiettivi a cui si sperava di giungere nel breve e nel lungo termine, come è nata la Pixar, nonchè vedere il famoso corto da cui la casa di produzione di film animati ha tratto il suo celeberrimo logo.
La fine del filmato mostra, in un involontario rapporto inverso, la scintilla dell’inizio di quella accellerazione di diffusione che, negli anni ’90, vide il 3D superare tecniche tradizionali di animazione e effetti speciali, dando inizio alla rivoluzione digitale.
Il successo di tale sviluppo deriva di fatto da una imparagonabilmente ottimale convergenza tra una evoluzione rapida di potenza hardware ed i promettenti risultati di ricerca, frutto delle menti geniali della Pixar, primi fra tutti Catmull e Carpenter.

Lasseter e Reeves alla premiazione per "Tin Toy"

Non manca l’ironia in alcuni momenti del filmato: i grafici che spiegano il funzionamento del processo di calcolo di un elaboratore, sono stati realizzati a mano, tramite disegni ed acetati, tecniche oramai soppiantate, proprio dalla stessa grafica 3D.
Saltiamo adesso indietro nel tempo e riviviamo le origini di una delle più importanti rivoluzioni tecnologiche dell’epoca moderna!

Documentario BBC "The search for realism"

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview