Thursday, January 23, 2020
Home / Focus  / Safety Check di Facebook si aggiorna: è attivato dagli utenti

Safety Check di Facebook si aggiorna: è attivato dagli utenti

Il Safety Check di Facebook è uno strumento potenzialmente molto utile, in particolare per evitare congestionamenti delle reti telefoniche in situazioni gravi d’emergenza ed eventi catastrofici

Tornato purtroppo d’attualità negli ultimi mesi, a seguito dei terremoti che hanno sconvolto il nostro paese o degli attentati come quello al mercatino di Natale a Berlino, il Safety Check di Facebook è uno strumento potenzialmente molto utile, in particolare per evitare congestionamenti delle reti telefoniche in situazioni d’emergenza ed eventi catastrofici.

Il Safety Check è stato inaugurato nel 2014 in occasione dello Tsunami che colpì le Filippine ed attivato da allora 40 volte, e l’abuso che a volte ne viene fatto non deve certamente distogliere dalla sua importanza strategica per rassicurare i propri cari vicini e lontani ed aiutare il lavoro degli operatori di soccorso.

In questi giorni Facebook sta apportando alcuni piccoli ma significativi cambiamenti al funzionamento del tool, cambiamenti preannunciati proprio in occasione della visita di Zuckerberg a Roma, che fino ad oggi era attivato dallo stesso social mentre ora sarà attivabile esclusivamente dagli utenti. Il funzionamento è piuttosto semplice, se più persone stanno postando notizie su di un incidente accaduto in una determinata zona, Facebook manderà una notifica agli utenti coinvolti chiedendogli informazioni sulle proprie condizioni ed invitando gli utenti stessi a contattare i propri amici per fare lo stesso.

Questo probabilmente riuscirà ad evitare che persone che si trovano a centinaia di chilometri dalla zona colpita ne abusino, contribuendo alla stessa confusione che lo strumento in teoria dovrebbe combattere, oltre ad essere un modo per Facebook di de-responsabilizzarsi rispetto all’attivazione dello strumento visto che in passato proprio la scelta di utilizzarlo in occasione di alcuni eventi ma non di altri (fu ad esempio utilizzato per gli attacchi terroristici a Parigi ma non per quelli avvenuti a Beirut) era stata al centro di forti critiche.

uraniacasciello@ilas.com

Scrivo. Da quando ho iniziato a scrivere sapevo che un giorno sarebbe stato il mio lavoro. Nel 2012 mi sono diplomata in Art Direction e Copywriting alla ILAS e ho frequentato il Master in Social Media e Web Marketing e il Corso Annuale in Fotografia Pubblicitaria. Scrivo per ILAS Magazine e ho collaborato con la scuola alla realizzazione di eventi come il Behance Portfolio Review al Pan di Napoli, l'ILAS Sonorized Exhibition e alcune mostre alla The Gallery Studio. I miei amori sparsi sono: i gatti, Parigi, Ernest Hemingway, la pizza, Batman, le gomme del ponte di Brooklyn, Labyrinth, Ritorno ad OZ, le maratone (di serie-tv e film) e David Bowie.

Review overview