Saturday, July 4, 2020
Home / Social Media  / 10 anni di Twitter: 140 caratteri per cambiare il mondo

10 anni di Twitter: 140 caratteri per cambiare il mondo

Sembra passato così poco tempo da quando, nella soleggiata San Francisco, un piccolo team muoveva i primi passi testando un servizio semplice quanto rivoluzionario: un servizio di messaggistica per cellulari.

Sembra passato così poco tempo da quando, nella soleggiata San Francisco, un piccolo team muoveva i primi passi testando un servizio semplice quanto rivoluzionario: un servizio di messaggistica per cellulari che avrebbe trasmesso automaticamente lo stesso SMS a tutti i propri contatti.
Eppure era il 21 marzo del 2006, ben 10 anni fa, e da quel tentativo nasceva Twitter, anzi twttr, come andava di moda al tempo. Per la popolarità bisognerà aspettare ancora un po’, e precisamente la convention SXSW del 2007, uno dei posti più cool d’America, uno di quelli in cui si decide il futuro. I contatti schizzano, e dai 20.000 tweet al giorno si passa in poco tempo al triplo, in una crescita vertiginosa che porterà fino agli attuali 500 milioni. Come un libro di storia in costante divenire, tutto oggi passa per Twitter.

Anche troppo, verrebbe da dire leggendo certe polemiche, l’ultimissima delle quali riguardante…un’intelligenza artificiale elaborata da Microsoft, che in appena due giorni sulla piattaforma aveva già cominciato a dare segnali di razzismo ed intolleranza.
Ma è questo il prezzo da pagare quando diventi il social che più di tutti ha saputo negli anni tastare il polso della società e amplificare il messaggio delle persone più influenti del pianeta e non è un caso che tra gli utenti più illustri figurino il Papa ed il Presidente degli Stati Uniti d’America.

Pur non attraversando un periodo particolarmente felice (si parla di più di 2 milioni di utenti persi negli ultimi mesi a cavallo tra fine 2015 ed inizio 2016) non si può non pensare a quanto Twitter abbia influito nel mondo dell’informazione nell’ultimo decennio, stravolgendone completamente le regole, imponendo le proprie, nel rigoroso rispetto di quei 140, simbolici, caratteri.

POST TAGS:

uraniacasciello@ilas.com

Scrivo. Da quando ho iniziato a scrivere sapevo che un giorno sarebbe stato il mio lavoro. Nel 2012 mi sono diplomata in Art Direction e Copywriting alla ILAS e ho frequentato il Master in Social Media e Web Marketing e il Corso Annuale in Fotografia Pubblicitaria. Scrivo per ILAS Magazine e ho collaborato con la scuola alla realizzazione di eventi come il Behance Portfolio Review al Pan di Napoli, l'ILAS Sonorized Exhibition e alcune mostre alla The Gallery Studio. I miei amori sparsi sono: i gatti, Parigi, Ernest Hemingway, la pizza, Batman, le gomme del ponte di Brooklyn, Labyrinth, Ritorno ad OZ, le maratone (di serie-tv e film) e David Bowie.

Review overview