Thursday, December 12, 2019
Home / Grafica 3D  / HDRI, A tu per tu con l’high dynamic range imaging

HDRI, A tu per tu con l’high dynamic range imaging

L'acronimo HDRI indica un tipo particolare di file immagine in cui oltre ai soliti valori di colore, sono incamerate anche informazioni circa i valori di luminosità presenti nell'intera scena.

L’acronimo HDRI (high dynamic range image) indica un tipo particolare di file immagine in cui oltre ai soliti valori di colore, sono incamerate anche informazioni circa i valori di luminosità presenti nell’intera scena.

Verrà quindi definito anche quanto un’area della nostra fotografia (come ad esempio una fonte di luce o una zona d’ombra) sia più o meno intensa a livello luminoso.

Tale tecnologia è possibile utilizzando, come base per una sola immagine hdri, una serie di scatti multipli della stessa scena, impostati a diversi livelli di esposizione (bracketing). Unendoli in un solo file sarà possibile gestire in maniera dinamica la luminosità della immagine.

1

Nella computer grafica, questo tipo di formato immagine viene utilizzato per ricreare in una scena 3d le stesse condizioni di illuminazione presenti al momento dello scatto delle foto.

pontolillo@ilas.com

Fu quando avevo 5 anni che scoccò la scintilla per la grafica 3D. L'uscita di Toy Story, film cult della Pixar, fu l'inizio del mio interesse per la nascente grafica in CGI. Dapprima nacque l'amore mai tramontato per il disegno, fu poi il tempo della grafica in 2D. Infine, diciottenne, approdai alla grafica tridimensionale, stregato dalle possibilità di poter raccontare e di ricreare qualsiasi cosa desiderassi. Dopo due anni ho iniziato a lavorare come 3D generalist, specializzandomi infine come Lighter TD, Concept artist e professionista Autodesk.

Review overview